Giugno 2016 – Puglia megalitica: tutte le escursioni di giugno

Giovedi 2 Giugno: dal “Giardino megalitico d’Italia” all’Abbazia di “San Nicola di Macugno”. La visita parte da Giurdignano (Le) alla scoperta dei dolmen e menhir della zona e di tesori visitabili solo su richiesta, quali il frantoio ipogeo del “Trappitello del Duca” e la cripta bizantina di “San Salvatore”. Da li si consumerà un pranzo[…]

Croazia, anche l’Edit colpita dai tagli del bilancio statale

Il bilancio 2016 dello Stato croato sarà ricordato per i drastici tagli alle minoranze, dal 12 al 15% rispetto ai finanziamenti precedenti. Colpiti anche gli Italiani, con le istituzioni che vivono grazie alle dotazioni governative. Tra queste la Casa editrice Edit di Fiume, una novantina di dipendenti, che stampa il quotidiano La Voce del Popolo,[…]

L’Istat incorona Trieste tra le perle “green” d’Italia

Zeno Cosini sfodera la sua consueta ambiguità quando deve giustificare la nascita della sua relazione extraconiugale con la signorina Carla: «Che la mia resistenza non sia mancata del tutto è provato dal fatto che io arrivai a Carla non con uno slancio solo, ma a tappe. Dapprima per varii giorni giunsi solo fino al Giardino Pubblico e[…]

Turismo in Puglia: sempre più stranieri nelle case vacanza

Che l’Italia sia uno dei Paesi più amati dai turisti stranieri è cosa nota, ma la novità del 2016 è che anche loro hanno scoperto i vantaggi degli affitti turistici: secondo CaseVacanza.it il 17% di tutte le prenotazioni di case vacanza per la primavera e l’estate arrivano dall’estero. Un numero importante, questo, che sottolinea come anche in Italia[…]

Quarnero, Zagabria rivede il fermo pesca del pesce azzurro

No dei pescatori professionisti di Fiume e dintorni alla decisione delle autorità di Zagabria di chiudere per sei mesi alla pesca dell’azzurro di piccola taglia tutto il Quarnero e il canale del Velebit (Alpi Bebie): la misura sarebbe dovuta scattare il prossimo primo giugno. Una rappresentanza dei pescatori quarnerini guidata da Ive Bocina, comproprietario dell’azienda[…]

Le Bocche di Cattaro e Perasto, una lunga storia

Popolata in antico da tribù illiriche, l’area delle Bocche di Cattaro nel Montenegro venne annessa alla provincia romana di Dalmazia e in epoca più tarda conservò discreti rapporti con Roma e Bisanzio pur subendo nel V secolo invasioni gote e slave. La sua collocazione geografica la espose nei secoli alle incursioni ottomane e alle importanti[…]

Maggio 2016 – Incontro con l’Ambasciatore di Croazia. Macroregione adriatico-ionica e rapporti Italia-Croazia

Il Dipartimento di Scienze politiche, della comunicazione e delle relazioni internazionali, in collaborazione con il Dipartimento di Studi umanistici, è onorato di accogliere S.E. Prof. Damir Grubiša, Ambasciatore in Italia della Repubblica di Croazia. In occasione della visita all’Università di Macerata, in collaborazione con Confindustria Macerata, è stato organizzato un incontro pubblico con la comunità[…]

Adriatico Ionica: questo è l’anno dei progetti

“Il 2016 è l’anno dei progetti per la Macroregione Adriatico Ionica. Il periodo in cui si dovranno identificare le azioni di grande respiro, progetti-pilota che possano coinvolgere almeno 4-5 Stati della Mrai e che solo facendoli insieme possono consentire di reperire i fondi della Ue predestinati”. Lo ha detto il segretario dell’Iniziativa Adriatico Ionica Fabio[…]

Gli scienziati: “Venezia minacciata dall’avanzata del mare”

L’innalzamento del livello del mare e la crescente erosione del litorale mettono Venezia e le sue bellezze architettoniche e paesaggistiche «in immediato pericolo». L’allarme viene dall’Union of concerned scientists, che in uno studio realizzato con Unesco e Unep (l’agenzia dell’Onu per l’ambiente) individua trentuno siti patrimonio dell’umanità, tra cui la città dei dogi, seriamente minacciati[…]

Zaia: vogliamo Istria con noi come membro effettivo Gect

“Il nostro obbiettivo prossimo è chiudere la partita per l’ingresso nel Gect dell’Istria. In questo senso va un’iniziativa che abbiamo approvato proprio oggi, per una serie di attività da mettere in atto come Veneto, Friuli Venezia Giulia e Carinzia, volta a sostenere l’entrata dell’Istria, che non vogliamo più solo come uditore ma come membro a[…]