Da Parenzo alla Puglia, attraversando Aquilieia: i segni di Bisanzio lungo l’Adriatico

Nostro servizio

Nel territorio di Manfredonia, in località Siponto (Foggia), si erge l’antica Basilica di Santa Maria Maggiore (nella prima foto), edificata tra il XI secolo e gli inizi del XII, uno dei monumenti più significativi dell’arte romanica pugliese nel Gargano. Compreso nell’area archeologica romana, l’edificio, viariamente danneggiato e modificato nei secoli, ha forma cubica, sormontato da una piccola cupola e una cripta con ingresso esterno, elementi di chiara ascendenza bizantina, ma non senza influenze medio-orientali. Per la sua costruzione e per le decorazioni architettoniche vennero reimpiegati materiali della Siponto antica. Il luogo venne tuttavia abbandonato sin dal XIII secolo.

parenzo puglia 1 (1)

Indagini effettuate hanno permesso di scoprire, non senza sorpresa, impensabili affinità del tempio di  Siponto con importanti edifici sacri in area alto-adriatica e istriana, come nel caso della Basilica Eufrasiana di Parenzo (nella seconda foto), al cui ingresso, laterale, era anteposto il «narcete», sorta di vestibolo eretto all’esterno della facciata, così come nella chiesa di Siponto; la quale, si è riscontrato, insiste su un’area destinata ad un edificio battesimale, un quadriportico -battistero come a Parenzo. Inoltre, si è rilevato che battistero e basilica pugliesi si fronteggiano in asse, secondo uno schema che si riscontra anche ad Aquileia (nella terza foto).

parenzo puglia 3 (2)

Comune, infine, tra aree diverse dell’Adriatico, a Siponto come a Parenzo, la diffusione di elementi architettonici di fattura e provenienza costantinopolitane, segno di un vasto circuito culturale che favorì linguaggi artistici interagenti e speculari.

parenzo puglia 1 (3)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *