«L’anossia» uccide il mare Adriatico, colpa dell’azoto che gli allevatori riversano nei fondali

Quasi ogni anno, soprattutto nel periodo tra la fine di agosto e la prima metà di settembre, un’area da qualche parte del mare Adriatico muore. Il fenomeno tecnicamente si chiama «anossia» ed è dovuto alla mancanza di ossigeno nelle acque profonde che comporta la morte di qualsiasi organismo vivente creando quella che viene chiamata una «zona morta» stagionale.

 

leggi l’articolo

https://www.corriere.it/le-inchieste/2018/08/13/anossia-uccide-mare-adriatico-colpa-dell-azoto-che-agricoltori-riversano-fondali/341b62c4-9f14-11e8-85a1-8239add4b598.shtml?refresh_ce-cp

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *