“Santa Maria del Guato”: storia delle Pescherie di Trieste

Secoli fa, tra Settecento e Ottocento, l’industria ittica era altrettanto importante per Trieste, la quale fino alla crescita sotto l’Austria con l’interessamento di Carlo VI d’Asburgo, aveva proprio nell’attività dei pescherecci uno dei suoi (magri) ritorni economici. La prima pescheria di Trieste risale agli inizi del ’700: era situata presso il Molo della Porporella, in seguito noto come Molo della[…]

Collio e Brda insieme verso l’Unesco

Guardando dall’alto le colline che si estendono a nord-ovest di Gorizia, al confine tra Italia e Slovenia, è difficile indovinare dove passi di preciso la linea che separa i due stati. Coperte da dolci terrazzamenti ed attraversate da sentieri sterrati, queste alture, celebri in entrambi i paesi per il vino che producono, portano un nome[…]

Croazia: sulla targa alle porte della città, il nome Fiume tornerà accanto a Rijeka

“Un primo passo importantissimo” lo definisce il leader dell’Unione Italiana Maurizio Tremul: lo storico nome italiano “Fiume” tornerà ad essere scritto su una targa alle porte della città accanto al toponimo croato “Rijeka”. Forse un piccolo atto che segna una strada verso un ritorno nella città quarnerina di quel bilinguismo mai ufficialmente abolito ma eliminato nel 1953 con[…]

Latita l’applicazione del bilinguismo. Necessarie ancora notevoli migliorie

Prima riunione ordinaria, a Lubiana, della Commissione parlamentare per le Comunità nazionali. Presieduta dal deputato di nazionalità ungherese, Ferenc Horvath, ha esaminato il resoconto annuale del Tutore civico sloveno e il rapporto sul piano d’interventi del governo per l’attuazione del bilinguismo.   leggi l’articolo http://www.lavoce.hr/politica/2493-latita-applicazione-del-bilinguismo-necessarie-ancora-notevoli-migliorie

Emigrazione, “L’arca di Bepi-Joe”, esule istriano, vince il premio Dispatriati

La 3. edizione del premio letterario Dispatriati, che quest’anno ha fatto tappa a San Michele al Tagliamento (Venezia), ha visto prevalere ancora una volta una scrittrice donna, la dottoressa  veneziana Francesca Benvegnù con “L’arca di Bepi-Joe” tratta della storia vera di un esule istriano nato nel 1940 a Draguccio, nella contea di Pisino, ed emigrato da solo in Australia nel[…]

Slovenia e Croazia alleate nell’extravergine Dop

L’unica cosa che attualmente mette d’accordo sloveni e croati è l’olio d’oliva. Nel settore dell’olivicoltura, infatti, non esistono guerre di confine, anzi, quest’ultimo è stato proprio abolito ancor prima che la Croazia entri nell’Area Schengen. I produttori d’olio d’oliva della Slovenia e della Croazia in Istria hanno deciso di unire le proprie energie per ottenere[…]

A Natale calamaro ripieno all’Istriana: la ricetta

Torna l’appuntamento invernale tanto atteso con il calamaro Adriatico. Dall’1 dicembre 2018 fino al 6 gennaio 2019 i ristoranti e le trattorie di Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie proporranno menù con diverse portate a base di calamaro, a prezzi particolarmente convenienti, abbinandole a vini locali e a oli d’oliva di primissima qualità.   leggi l’articolo[…]

Nomi e nazionalità: così è se vi pare

Il confronto etnico e nazionale sulla sponda orientale dell’Adriatico si è combattuto spesso tirando in ballo l’origine dei nomi e ancor più di frequente dei cognomi. Ancor oggi in realtà risentiamo di questa lotta iniziata nell’Ottocento che, virtualmente, non si è ancora conclusa, in quanto basta poco – anche in un’epoca che dovrebbe essere improntata[…]

Un libro su Trieste, Capitale della scienza 2020

Un libro per raccontare la particolarità di Trieste, che nel 2020 sarà Capitale Europea della Scienza. Dal 4 al 10 luglio 2020, infatti, la citt à ospiter à l’’EuroScience Open Forum, la più importante manifestazione europea del settore, con seminari, incontri e dibattiti sui temi della tecnologia, della scienza e della politica.   leggi l’articolo http://www.lastampa.it/2018/10/17/scienza/un-libro-su-trieste-capitale-della-scienza-oGOLez0oHChO8jahfXxlKO/pagina.html

Il Veneto più intrigante, da scoprire in barca

Se Venezia, meravigliosa ma anche assediata dalle folle, è uno dei luoghi più ambiti del turismo mondiale, tutto attorno ad essa esiste l’ampia laguna, fatta di canali, canali, piccoli paesi di pescatori, spesso ancora autentici, immersi nella lentezza e nella natura.   leggi l’articolo http://www.tgcom24.mediaset.it/viaggi/italia/il-veneto-piu-intrigante-da-scoprire-in-barca_3161604-201802a.shtml