L’esordio della Lituania alla Biennale di Architettura di Venezia

Curato dagli artisti-curatori Nomeda e Gediminas Urbonas, il padiglione lituano oltrepassa la dimensione nazionale per analizzare il contesto lagunare e il panorama globale. Tra iniquità e urgenze ambientali. Il contributo della Lituania alla Biennale di Architettura di Venezia intende ridefinire e mettere in discussione categorie geografiche predefinite e indagare ecosistemi per proiettarli in un futuro possibile.

 

leggi l’articolo

https://www.artribune.com/progettazione/architettura/2018/10/the-swamp-pavilion-lituania-biennale-venezia/

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *