“Red Land”, un film che scuote le coscienze

Diretto con mano ferma da Maximiliano Hernando Bruno, 42nne attore italo-argentino al suo esordio come regista, “Red land” – “Rosso Istria” (il titolo allude anzitutto alla terra rossa della penisola istriana, ricca di bauxite, argomento della tesi di laurea di Norma Cossetto, giovane studentessa vittima delle foibe) è la storia, raccontata senza sbavature, e con una tensione drammatica che cresce sempre più,  dei primi massacri (settembre ’43) compiuti dai titini in Istria, nel caotico periodo seguìto alla prima caduta del fascismo e all’ambiguo “Regno di Badoglio”.

 

leggi l’articolo

http://www.opinione.it/cultura/2018/11/22/fabrizio-federici_film-red-land-maximiliano-hernando-bruno-norma-cossetto-foibe-titini-istria/

RED LAND

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *