I segreti del bunker di Tito finanziato dagli Stati Uniti

Doveva preservare “Lui”, il grande Maresciallo e la sua nomenklatura più stretta, dagli attacchi del nemico. Doveva avere un aeroporto nei pressi e risultare difficile da essere colpito da terra, aria e mare. Fu così che nel 1953 iniziarono i lavori nella montagna dello Zlatar vicino a Konjic, nel cuore della Bosnia-Erzegovina, per costruire il bunker di Tito, lavori che si conclusero appena nel 1979.

 

leggi l’articolo

https://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2018/12/09/news/i-segreti-del-bunker-di-tito-finanziato-dagli-stati-uniti-1.17545836

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *