Quartiere Giuliano Dalmata di Roma, la valorizzazione storico-culturale approda al Campidoglio

È prevista per il 27 giugno, la votazione in Aula Consigliare della Risoluzione predisposta dalla Società di Studi Fiumani per avviare un percorso di valorizzazione e recupero storico-culturale del Quartiere Giuliano Dalmata — noto precedentemente come «Villaggio Giuliano» —, sorto in luogo dei padiglioni dell’ex cantiere dell’ E 42 per ospitare i molti profughi istriani, fiumani e dalmati approdati nella Capitale nell’immediato dopoguerra.

La Società di Studi Fiumani, spiega il dottor Marino Micich direttore dell’Archivio Museo Storico fiumano che ha promosso l’iniziativa, «è da sempre in prima fila per tramandare le tradizioni e la storia taciuta dell’esodo giuliano-dalmata. Prevediamo — aggiunge — nuovi monumenti e iniziative di valorizzazione» di concerto con le altre Associazioni dell’esodo presenti sul territorio, che anche in estate restano operative a favore degli abitanti del Quartiere.

La proposta di Risoluzione si aggiunge ai molti interventi sollecitati in Campidoglio anche recentemente dalla SSF e dalle rappresentanze locali della Comunità degli esuli per assicurare adeguata cura e manutenzione allo storico «Villaggio» degli esuli italiani dalla Venezia Giulia ceduta alla Jugoslavia con il trattato di pace del 1947.

(fonte Società di Studi Fiumani)

quartiere gd

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *