Radio Fiume e Pola: garantire l’autonomia

Alla riunione del Consiglio delle minoranze operante a livello nazionale è stato affrontato il rapporto con la Radio televisione croata (HRT). Furio Radin ha approfittato della presenza del caporedattore dei programmi dell’HRT, Bruno Kovačević e della caporedattrice responsabile di tutti i programmi radio dell’HRT, Eliana Čandrlić Glibota, per affrontare un tema di estrema importanza per[…]

Trieste ebraica, la storia del ghetto e la nascita della Sinagoga

L’unico documento ufficiale reperibile che menzioni un insediamento ebraico a Trieste ha origini antichissime. Datato 1236, è costituito da un atto notarile che menziona l’ebreo Daniel David di Trieste, che spese 500 marchi per combattere i ladroni sul Carso. Dal XIV secolo si stabilirono a Trieste Ebrei provenienti dai paesi tedeschi, alcuni erano sudditi dei[…]

Slovenia, in bici tra mare e cielo sulle tracce della vecchia ferrovia

Esiste una strada che scorre tra mare e cielo, completamente libera dalle auto e vietata ai motori, dove è possibile pedalare e camminare in sicurezza indugiando con lo sguardo fino all’orizzonte e respirando salsedine. È l’antica ferrovia Parenzana: i suoi binari portavano da Trieste a Parenzo, nell’odierna Croazia. Adesso è una pista ciclabile che attraversa tre[…]

Il numero di LUGLIO-AGOSTO 2019 del nostro News Magazine

CLICCA QUI O SULLA PRIMA PAGINA all’interno dell’articolo e sfoglia il News Magazine di LUGLIO-AGOSTO. Contribuisci alle attività divulgative di CARTA ADRIATICA. Aspettiamo la tua donazione (piccola o grande che sia) per sostenere la nostra attività di ricerca e pubblicazione. Ti ringrazieremo con un News Magazine mensile, da ricevere direttamente prima di tutti gli altri sulla casella di posta elettronica. Ti[…]

La sfida del Lido di Venezia: diventare un’isola green e “sostenibile”

Il Lido di Venezia, l’ex isola d’oro, l’isola di Nicolò Spada e del conte Volpi, della  Belle Époque e del Liberty, dei ruggenti anni 50 e 60 con la dolce vita legata all’epoca lucente della Mostra del Cinema, ora ha una nuova missione, dopo anni di crisi di identità: diventare la prima isola veramente green d’Italia, un[…]

I file sull’Istria nei documenti della CIA

Dopo anni di richieste, nel 2017, la CIA ha messo online sul suo sito Internet oltre 12 milioni di documenti. Documenti che riguardano anche l’Istria del secondo dopoguerra. A scovarli, per caso, su Internet, è stato il giovane storico polese, David Orlović, che ha quindi deciso di scaricare dal sito web della CIA (www.cia.gov) tutti[…]

Che cosa fare a Pola, Parenzo e Rovigno, in Istria

Quando arrivi in una qualunque delle città dell’Istria non puoi non rimanere sorpreso per quanto siano vicine al mare. Abituati come siamo alle nostre città rivierasche in cui l’acqua è spesso distante, separata da cancelli doganali, ferrovie che non si poteva costruirle altrove se non lì, lungomari ingombri di bar e bagni estivi che ostacolano la vista,[…]

Istria, un mondo in una penisola

Per le bellezze naturali e storico architettoniche, ma anche per la sua connotazione originale di cerniera fra l’est e l’ovest Europa su cui permane il segno della dominazione italiana e austro-ungarica. In più vanno rimarcate l’ospitalità, la cortesia, la genuinità dei prodotti, la cucina, e, per noi, la nostra lingua, parlata da molti istriani e insegnata come[…]

Museo Navigante, 2500 visitatori per la missione sulle coste dell’Adriatico

Il Museo Navigante è tornato in porto. L’ultima avventura sotto il segno dell’iniziativa itinerante per la promozione dei Musei del mare e della marineria d’Italia (74 gli enti che aderiscono) con la goletta Oloferne, si è conclusa il 13 giugno con una centinaia di visitatori a Porto San Giorgio, dove l’amministrazione sta lavorando al progetto di un nuovo Museo del Mare.   leggi l’articolo https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/06/21/museo-navigante-2500-visitatori-per-la-missione-sulle-coste-delladriatico-tra-gli-ecomusei-marittimi-croati-e-sloveni/5273759/

Cultura veneta, via libera Regione a progetti in Istria e Dalmazia

Nella seduta il Consiglio regionale del Veneto ha approvato con 34 voti favorevoli e 2 astenuti la Proposta di Deliberazione Amministrativa n. 96 “Programma degli interventi per il patrimonio culturale di origine veneta nell’Istria e nella Dalmazia per l’anno 2019” che prevede il finanziamento di 16 progetti di pubblicazioni, studi, ricerche e gemellaggi e 5 progetti di restauro.   leggi l’articolo[…]