Maria Grazia Ciani, “La morte di Penelope”

In questo suo secondo libro di narrativa Maria Grazia Ciani si confronta con i racconti omerici riscrivendo, con la libertà che le è permessa dall’esteso dominio della materia, la storia di Penelope senza Ulisse. Si ricorderà il suo primo racconto, Storia di Argo (2006), nel quale rievocava per la prima volta, con tratto  asciutto e scabro, l’esperienza dell’esilio da bambina dalla sua Gallesano. Il riferimento omerico riaffiora nella nuova opera dell’autrice, raffinata e prestigiosa grecista che nel travagliato viaggio e nella nostalgia di Ulisse ha riconosciuto il dolore eterno e l’immagine dell’esule.

 

Maria Grazia Ciani, La morte di Penelope, Marsilio Editori, pp.92, € 12.

 

Il parere di Carta Adriatica : imperdibile

la-morte-di-penelope-recensione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *