Pesca a strascico: il Mare Adriatico è il più sfruttato al mondo

Il mare Adriatico “è il più sfruttato al mondo dalla pesca a strascico”: lo afferma in una nota MedReAct. “Il dato ormai è certificato da studi scientifici, tanto che l’Ue ha finalmente proposto oggi un piano di gestione per recuperare le risorse ittiche in forte declino alla Commissione Generale per la Pesca in Mediterraneo”.   leggi l’articolo http://www.meteoweb.eu/2019/11/pesca-strascico-mare-adriatico-sfruttato-mondo/1337828/

Pola. Davanti al Museo scoperti ambienti abitativi d’epoca tardoantica

Dovrebbe già aprire al pubblico con visite guidate speciali per permettere a tutti la visione dei reperti ritrovati. Il panorama rinvenuto sotto l’edificio del Museo archeologico istriano di Pola è un intero villaggio di abitazioni risalenti a migliaia di anni fa. Roba da aprire un esteso parco archeologico come anticamera, prima di salire e accedere[…]

Dicembre 2019 – Di Porto in Porto: cucina mediterranea, la qualità del pesce dell’Adriatico

Il 3 dicembre Cesenatico, Città della Gastronomia CheftoChef, ospita in accordo con le Regioni Emilia-Romagna e Istria il primo Congresso itinerante “Gastronomie di confine fra terra e mare in Alto Adriatico”, un progetto per la conoscenza e l’utilizzo consapevole del pesce dell’Alto Adriatico, in accordo con le Regioni Emilia-Romagna e Istria.   Leggi l’appuntamento http://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/notizie/2019/novembre/di-porto-in-porto-cucina-mediterranea-la-qualita-del-pesce-delladriatico

Novembre 2019 – Le fortificazioni venete nel bacino del Mediterraneo orientale

Inaugurata a Verona, presso Porta Vescovo, Vicolo Porta Vescovo, la mostra “Le fortificazioni venete nel bacino del Mediterraneo orientale. Procedure per la Conoscenza e la Documentazione Digitale del Patrimonio Storico Fortificato. “Dalmazia e Montenegro”. All’interno della mostra saranno esposti prodotti grafici e contenuti multimediali dei risultati della ricerca coordinata dai laboratori DAda Lab. e PLAY dell’Università degli Studi di[…]

Novembre 2019 – Dedicata al «brodetto» la conferenza al Museo della Marineria “Washington Patrignani”

«Il brodetto è elemento identitario dell’Adriatico. Nasce dalla cultura delle famiglie di agricoltori pescatori combinando le risorse che potevano essere raccolte nell’orto di casa con il pesce che rimaneva dopo aver riservato per la vendita i pezzi di maggior valore»: per ricordarne la funzione storica e le trasformazioni nel tempo il Museo di Pesaro invita[…]

Fiume–Rijeka città europea della Cultura 2020, ma la presenza italiana dov’è ? Dimenticata

«La Voce del Popolo», storico quotidiano italiano di Fiume, ha dato notizia lo scorso 21 novembre del rigetto, da parte dell’EPK, — l’ufficio croato preposto alla selezione dei progetti culturali da inserire tra gli eventi previsti nel corso delle manifestazioni   che avranno luogo sino al gennaio 2021 —, i tre programmi presentati dalla Comunità italofona[…]

Slovenia: il segreto della miniera

Il 31 ottobre è arrivato nelle sale italiane “Il segreto della miniera”, film potente della regista Hanna Slak che racconta un immane crimine avvenuto subito dopo la Seconda guerra mondiale e tenuto nascosto dalle autorità jugoslave. Nel 2007, un minatore sloveno di origine bosniaca venne inviato all’interno di una miniera ormai sigillata per poi riferire[…]

Novembre 2019 – Aquileia 2200, la porta di Roma verso i Balcani e l’Oriente

Promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e realizzata dalla Fondazione Aquileia in collaborazione con il Polo Museale del Friuli Venezia Giulia e il Museo Archeologico Nazionale di Aquileia, prestatore di alcune opere d’arte di eccezionale valore, e con il patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo,[…]

Egidio Ivetic, “Storia dell’Adriatico. Un mare e la sua civiltà”

Un mare chiuso, un mare di passaggio, una frontiera tra Oriente e Occidente; un mare che ad un tempo unisce e divide; nell’Adriatico si sono intrecciate e sovrapposte molteplici vicende di natura politica, culturale, religiosa, nazionale. Anche i mari hanno una storia, come ci ha insegnato Braudel con il suo grande Mediterraneo. Questo libro ci[…]

Torreglia, il Sangue Morlacco che sa di ciliegia

Sono quasi due secoli che le marasche della costa dalmata vengono trasformate nel delizioso liquore divenuto noto come Sangue Morlacco. Era, infatti, il 1821 quando il genovese Girolamo Luxardo fondò a Zara l’azienda che divenne nota per l’invenzione del Maraschino, assieme al quale cominciò a produrre anche un delizioso cherry brandy allora noto come Visnà,[…]