La Fiumana, orgoglio d’Istria

Il 12 settembre del 1919. La città di Fiume è ormai divenuta, al termine della Grande Guerra, oggetto di contesa tra le ambizioni del nascente Regno dei serbi, dei croati e degli sloveni e quelle, ancora più forti, dell’Italia uscita vincitrice dal conflitto. Da un anno regnava una situazione di stallo. L’unico a rispondere presente fu il Vate Gabriele D’Annunzio, già protagonista indiscusso di alcune controverse imprese (dal volo su Vienna, alla beffa di Buccari) che lo avevano reso celebre più di quanto già non lo fosse a livello letterario.

 

leggi  l’articolo

https://www.rivistacontrasti.it/fiumana-calcio-fiume-dannunzio-istria-pola-jugoslavia-rijeka/

fiumana

La Fiumana composta dai discendenti degli Esuli in occasione del Triangolare rievocativo allo Stadio Flaminio di Roma nel 2011

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *