A La Spezia un archivio inesplorato dei profughi da Pola

In occasione del congedo da Trieste dell’Ammiraglio Luca Sancilio, è giunto in città anche l’Ammiraglio Lazio, che ha colto l’occasione per visitare anche l’IRCI e la mostra “Ci siamo ancora!”. Accolto dal Presidente Franco Degrassi, dal Tesoriere Fulvio Tamaro e dal Direttore Piero Delbello, ha espresso parole d’elogio per il lavoro dell’Istituto e nel contempo, grazie anche alla presenza della dott.ssa Susanna Ognibene, che attualmente si occupa del riordino dell’Archivio del personale civile dell’Arsenale Militare Marittimo di La Spezia, ha portato a conoscenza dell’IRCI la presenza nell’Archivio di numerosi fascicoli del personale già operativo presso l’omologo Arsenale di Pola che, dopo l’esodo, era stato inviato in servizio con la qualifica di “profugo” presso la città di La Spezia.

I fascicoli, che conservano documenti estremamente suggestivi, aprono uno squarcio su di un ulteriore tassello della tragica storia dell’esodo delle genti giuliano-dalmate dalle terre perdute. È un capitolo di storia che meriterà approfondimento e a cui l’IRCI si è detto immediatamente disponibile a collaborare per ampliare le ricerche.

IRCI_Integrazione

(Comunicato Stampa del Direttore dell’Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata, 12 giugno 2020)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *