250 anni dalla morte di Giuseppe Tartini. Ma le celebrazioni dovranno essere ripensate

Una previsione di festeggiamenti. Bilancio per ora amaro. Si doveva far festa, per questa ricorrenza, in Veneto e in Istria, all’insegna del progetto DiscoverTartini. Chissà come andrà a finire. Intanto sono già saltati – a Pirano, a Trieste, a Padova – i concerti iniziali di quello che doveva essere un Anno Tartiniano. Speriamo poter godere quelli successivi, che dovrebbero coinvolgere violinisti del calibro di Uto Ughi, Salvatore Accardo e Giuliano Carmignola, e formazioni di prestigio quali I Solisti Veneti, l’Ensamble Aurora e L’Arte dell’Arco. Covid 19 permettendo.

Leggi l’articolo

https://www.teatro.it/notizie/classica/250-anni-dalla-morte-di-giuseppe-tartini-ma-le-celebrazioni-dovranno-essere-ripensate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *