Trieste recupera il propileo di San Giusto del primo secolo d.C.

Un reperto archeologico che con la propria mole testimonia anche l’importanza di Tergeste per la Roma del primo secolo dopo Cristo, monumento in verità nascosto e inglobato dalla successive costruzioni dei campanili della Basilica di San Giusto. Grazie all’impegno del Rotary e della Fondazione Casali, l’alzato del propileo, cioè dalla base all’attico, è ora visibile all’interno della torre della Cattedrale. “Una valorizzazione della Cattedrale e della città”, ha commentato l’arcivescovo di Trieste Crepaldi. Entusiasta il sindaco Dipiazza che sta già immaginano come recuperare e rendere visibile al pubblico anche la scalinata monumentale del propileo, che corre sotto il sagrato della Cattedrale fino all’orto lapidario.

leggi  l’articolo

Guarda il video

https://www.rainews.it/tgr/fvg/video/2020/06/fvg-trieste-san-giusto-propileo-dipiazza-crepaldi-8fb00c8e-8d63-4ce9-9865-e8245bd75803.html

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *