Arrivederci a settembre con i Viaggiatori del passato in Istria e in Dalmazia

Torniamo a sfogliare la Rivista «Pagine Istriane», lo storico periodico capodistriano rinato a Trieste nel 1950, dopo l’esodo, e definitivamente cessato nel 1985, dal quale abbiamo già tratto interessanti interventi di storia ed arte.  Nel numero 10 dell’Ottobre 1980 del periodico, organo dell’Associazione Istriana di Studi e Storia Patria in Trieste, era pubblicato un interessante[…]

Obersnel: «Le insegne Rijeka-Fiume entro l’autunno»

Prima la pandemia, che ha stravolto il progetto più atteso, Fiume Capitale europea della Cultura, volto tra gli altri obiettivi a rilanciare la città calamitando su di essa i riflettori di tutta Europa, poi la mancata elezione al Sabor e la débâcle dell’SDP (Partito socialdemocratico) alle recenti elezioni parlamentari. Se per il sindaco Vojko Obersnel[…]

La frontiera spaesata. Un viaggio alle porte dei Balcani” di Giuseppe A. Samonà

Alcuni minuti di presentazione in un programma di Radio Tre mi hanno suggerito l’acquisto di “La frontiera spaesata. Un viaggio alle porte dei Balcani” di Giuseppe A. Samonà (εxorma, 2020). Nelle prime pagine ho provato un senso di spaesamento nel prendere dimestichezza con uno stile allusivo proprio di chi associa luoghi, ricordi, brani di letteratura.[…]

Un nuovo polo museale ebraico al Ghetto di Venezia

È il più importante complesso di sinagoghe rinascimentali che esista. Se poi ci aggiungiamo un museo, un’antica biblioteca, un appartamento che verrà riportato a come era stato concepito nel ‘500, nuovi spazi per concerti e simposi e interspazi per passare da una sinagoga all’altra, ecco che abbiamo il nuovo polo museale ebraico veneziano nel campo[…]

Cucciole dell’esodo. La storia al femminile della scuola elementare al campo profughi di Laterina

50 alunni per la baracca scuola del campo n. 82 di Laterina, ma c’è un altro elemento da evidenziare: il fattore rosa. Le ricerche e le storie raccolte da Claudio Ausilio e E. Varutti proseguono ricostruendo un nuovo periodo dell’esperienza didattica dei ragazzi che frequentavano la scuola elementare nel campo profughi. Siamo alla metà degli[…]

Trieste “Città che legge”

Il centro per il libro e la lettura, in collaborazione con ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani – ha stilato e pubblicato l’elenco di quei comuni che hanno ricevuto il riconoscimento di “Città che legge” per l’edizione 2020/2021. Trieste è una di queste città: un’amministrazione che supporta la lettura e la cultura promuovendola nel territorio. […]

Con il Fai alla scoperta della ‘Grado mitteleuropea’

Fai Friuli Venezia Giulia ha fatto proprio per l’estate 2020 il monito di Giulia Maria Crespi, artefice del Fondo Ambiente Italiano, donna visionaria e combattiva che ci ha lasciati domenica 19 luglio. L’emergenza Covid-19 aveva già costretto l’annullamento delle Giornate di Primavera, atteso e importante evento nazionale annuale, ma la Direzione regionale e le Delegazioni territoriali non[…]

Addio all’agente segreto Sergio Cionci. Sfidò Tito nella sua Istria occupata

Se n’è andato in silenzio, quasi senza farsi notare. Lui che per lunghi anni durante il delicatissimo secondo dopoguerra, aveva fatto di una presenza discreta, invisibile, una necessità. Quella di un agente segreto. È morto all’età di 98 anni, nella stanza d’ospedale dove da qualche tempo si trovava ricoverato, Sergio Cionci. Istriano d’origine ma goriziano[…]

È uscito l’ultimo numero della rivista di studi adriatici «FIUME»

È fresco di stampa il numero 41 della Rivista di studi storici curata dalla Società di Studi Fiumani in Roma nelle cui pagine è pubblicata la seconda parte del saggio di Marino Micich, direttore dell’Archivio Storico fiumano, dedicato alla Seconda Guerra mondiale a Fiume e dintorni (e sue conseguenze). Nell’insieme, specifica lo studioso, il periodo preso[…]

Trieste è una città unica in Italia

Tre tipi di paesaggi da un lato: mare, montagna e la foresta, tutto a distanza di pochi minuti di mezzi pubblici. Dall’altro un conglomerato di stili e di culture di tre popoli in particolare. Dei romani (ne sono rimasti tanti segni, dal castello di San Giusto al Teatro Romano), dell’impero austro-ungarico (la splendida piazza Unità,[…]