Ministero Istruzione: seminario per docenti a Sassari sul confine orientale

Si terrà venerdì 22 aprile nell’Aula Magna del Liceo Azuni di Sassari il seminario nazionale organizzato dal Ministero dell’Istruzione per i docenti su “Le vicende del confine orientale e il mondo della scuola”.

E’ un appuntamento ormai annuale e itinerante, con l’intento di permeare quella diffidenza che spesso i docenti hanno nei confronti di temi come le Foibe e l’Esodo giuliano-dalmata. Una metodologia istituzionale, quindi, a seguito della legge istitutiva del Giorno del Ricordo.

LEGGI L’ARTICOLO

http://www.sassarinotizie.com/articolo-68133-confine_orientale_ed_esuli_istriani_fiumani_e_dalmati_seminario_per_docenti_all_azuni_di_sassari.aspx

Nella foto il liceo sede del seminario

La strage di Vergarolla in prima serata Rai

Venerdì 15 aprile 2022 alle 21:30 su RaiNews24 andrà in onda il programma d’inchiesta Spotlight, dedicato questa settimana alla prima strage della Repubblica Italiana, quella della spiaggia di Vergarolla a Pola, con 65 vittime accertate ma in realtà molte di più.

Il deposito di mine saltò in aria una domenica d’estate di grande affollamento al mare, straziando decine di corpi resi spesso irriconoscibili.

Per quanto nessuno sia stato condannato, gli indizi, le evidenze e le rivelazioni portarono verso gli apparati jugoslavi che volevano così convincere i polesani a lasciare la città in mano alle milizie di Tito, sradicandone l’italianità.

RaiNews24 è al canale 48 del digitale terrestre o via internet a questo link https://www.raiplay.it/dirette/rainews24

I russi non hanno le Foibe per nascondere i massacri di civili

Ospitiamo le dichiarazioni di Marino Micich della Società di Studi Fiumani e direttore dell’Archivio-Museo storico di Fiume a Roma.

Assistiamo attoniti alle immagini delle fosse comuni di civili in Ucraina. I russi comunisti di oggi, rispetto agli jugoslavi di ieri, non hanno Foibe per occultare i misfatti e quindi da subito l’opinione pubblica internazionale può prendere coscienza di tanto orrore.

Quanti di noi studiano e denunciano i crimini delle Foibe, ancora oggi vengono considerati, in spregio del Giorno del Ricordo (ANPI ad esempio) visionari, fascisti e mentitori. Eppure queste stragi che operano oggi i comunisti russi, in stile KGB, sono del tutto simili alla tragedia delle Foibe. Stessa cieca logica, stessa cieca violenza, stesso orrore.

Migliaia sono i testimoni coraggiosi che fanno o hanno fatto onore al nostro Paese e a tutti coloro che si battono per una verità storica come le Foibe, riconosciute dalla Legge 92/2004 del Giorno del Ricordo.”

Ad aprile visite guidate al Magazzino 18 di Trieste

Il 6 e il 13 aprile su prenotazione la possibilità di immergersi nella storia dell’Esodo giuliano-dalmata.

Le visite guidate a cura dell’IRCI al Magazzino 18 e al Civico Museo della Civiltà Istriana Fiumana e Dalmata sono fissate per mercoledì 6 aprile 2022 alle 10:30 e il successivo mercoledì 13 aprile alle 16:30.

Visita guidata, gratuita e aperta al pubblico, alla nuova sistemazione del Magazzino 18 – masserizie degli esuli al magazzino 26 e del primo nucleo museale nel costituendo nuovo Civico Museo della Civiltà Istriana Fiumana e Dalmata previa prenotazione obbligatoria entro il giorno prima in quanto i posti sono limitati ad un massimo di 30 persone, chiamando il numero 040639188 o inviando una mail (irci@iol.it). Il ritrovo è davanti al Magazzino 26 presso l’area museale. La visita verrà effettuata nel rispetto della normativa vigente (mascherina, distanziamento e green pass).

Gradisca d’Isonzo: “Norma Cossetto non merita una via”

Bagarre al Comune di Gradisca d’Isonzo, dove l’assessore alle pari opportunità (!!!) ha negato l’intitolazione di una strada alla martire istriana in quanto definita “fascista”.

Ricordiamo soltanto che Norma Cossetto è stata insignita, dall’allora Presidente della Repubblica Ciampi, della Medaglia d’Oro al Merito Civile per le inenarrabili e mortali violenze subìte ad opera dei partigiani di Tito.

LEGGI L’ARTICOLO

https://www.triesteallnews.it/2022/03/norma-cossetto-era-fascista-scoppia-la-polemica-nel-comune-di-gradisca/

Il Campo profughi di Servigliano elevato a Monumento nazionale

Il 21 marzo scorso la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato la Legge 20/2022 che dichiara “Monumento nazionale” il Campo profughi di Servigliano (Fermo). Nel secondo dopoguerra, fino al 1955, vi transitarono oltre 50.000 persone, tra cui molti Esuli dall’Istria, Fiume e Dalmazia.

Una breve storia del Campo, che fu adibito nei decenni a diverse mansioni, è riassunta nel testo di accompagnamento del Disegno di Legge, che potete leggere tramite il link sottostante.

https://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/REST/v1/showdoc/get/fragment/18/DDLPRES/0/1142701/all

Regione Marche finanzia la divulgazione della storia giuliano-dalmata

30mila sono gli euro messi a disposizione dalla Regione Marche, con un bando pubblicato il 21 marzo 2022 e destinato a finanziare progetti di divulgazione e pubblicazione, nonché iniziative e manifestazioni celebrative in ricordo delle vicende di cui furono protagonisti -loro malgrado- gli italiani del confine orientale. L’iniziativa è denominata “Contributi per attività inerenti l’affermazione dei valori del ricordo del martirio e dell’esodo Giuliano-Dalmata-Istriano“.

La scadenza per la presentazione dei progetti è il 22 aprile prossimo.

Nel bando sono specificati i soggetti beneficiari, i requisiti di ammissibilità e le modalità di partecipazione.

Potete leggere la pagina di presentazione del Bando al link sottostante, per poi aprire i documenti ivi contenuti.

https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Cultura/Bandi-di-finanziamento/id_9241/5538

SSF e istituzioni: fare cultura italiana e dialogo europeo

Riceviamo dalla Società Studi Fiumani e pubblichiamo:

La Società di studi fiumani – Archivio Museo storico di Fiume (Centro studi e ricerche ) con sede a Roma – Quartiere Giuliano Dalmata. Aperto tutti i giorni dell’anno (riconosciuto dalla l.92/2004 – Istituzione del “Giorno del Ricordo”) Presidente Prof. Giovanni Stelli – Direttore Dott. Marino Micich.

Il Presidente Prof. Giovanni Stelli e il Direttore Dott. Marino Micich informano Enti, Istituzioni pubbliche, private, associazioni e soci essere in atto con i seguenti enti pubblici e privati a titolo bilaterale.

Anno 2021-2022

Enti e Università

Presidenza Regione Lazio

Comune di Roma

Università degli studi “Nicolò Cusano”

Università degli studi “Insubria ” di Como

Università degli studi di Fiume-Rijeka (Croazia) – Facoltà di Lettere e Filosofia – Dipartimento di Italianistica

Ministero per l’Istruzione – Gruppo di lavoro per studi e diffusione nelle scuole per la storia del Confine orientale

Musei-Fondazioni

  1. Museo “Casa della Memoria” di Servigliano
  • Associazione Egea – Eco Museo di Fertilia
  • Museo nazionale dell’emigrazione di Genova
  • MeI  – Museo della Farmacia di Fiume-Rijeka (Croazia)
  • Fondazione del Vittoriale degli italiani
  • Fondazione A.M. Catalano
  • Casa del Ricordo  – Esodo con Anvgd  di Roma

Irci – Museo di Trieste

Scuole (convenzioni)

Liceo Classico “T. Mamiani” di Roma

Liceo “Volta –Malpighi” di Roma 

Scuola Media Superiore Italiana di Fiume (Rijeka)

Collaborazioni in atto con Associazioni e Istituti storici

Ass.ne Fiumani italiani nel Mondo-LCFE

Università Popolare di Trieste

Comunità degli italiani di Fiume (Rijeka)

Unione Italiana

Museo Civico di Fiume-Rijeka (Croazia)

Anvgd di Roma

Anvgd di Bologna

Sistema Bibliopoint e biblioteche del Comune di Roma

Istituti storici per la Storia della resistenza e dell’età Contemporanea di Trieste. Perugia e Grosseto

Comitato per la valorizzazione del nucleo storico del Quartiere Giuliano dalmata di Roma

cid:image002.jpg@01D80F02.A575ED70

___________________________

Una garanzia documentaria e di promozione culturale  per studiosi e appassionati di storia fiumana e dell’ Adriatico orientale.

Si stampa regolarmente la Rivista di studi adriatici “FIUME” fondata nel 1923 a Fiume e riedita nel 1952 dopo l’esodo in Italia.

Si promuove il dialogo europeo con la città di origine Fiume-Rijeka (Croazia) dal 1991.

Ente culturale riconosciuto dal Ministero per i beni culturali ai sensi della legge 92/2004;

nel 1972 riconosciuto “sito di eccezionale interesse storico e artistico” con decreto del Ministero della Pubblica Istruzione.

nel 1973 sottoposto a tutela dalla Soprintendenza dei Beni Archivistici del Lazio https://www.lazio900.it/wp-content/themes/lazio900-theme/img/soprint.png

Quella volta che Marchionne partecipò al Giorno del Ricordo

Di mamma istriana, personaggio schivo ed imprenditore impareggiabile, Sergio Marchionne partecipò a Torino alle celebrazioni del Giorno del Ricordo.

Lo ricorda in questi giorni lo scrittore Diego Zandel (nato in un campo profughi) con un approfondimento sul libro “Esuli due volte – Dalle proprie case, dalla propria patria” di Rosanna Turcinovich Giuricin.

Un volume incentrato su tante storie dell’esodo e che racconta quegli aspetti di vita che la Storia con la “S” maiuscola tende a dimenticare.

LEGGI L’ARTICOLO

La bimba con la valigia: “Sognavo un futuro diverso”

Egea Haffner, esule in Alto Adige, è la bambina che appare in una delle più celebri foto rappresentative dell’esodo giuliano-dalmata (cliccare sull’immagine per ingrandirla).

Il quotidiano veronese L’Arena l’ha intervistata e consigliamo di leggerne la lucida e struggente testimonianza.

LEGGI L’ARTICOLO

https://www.larena.it/oltre-verona/mondo/la-bimba-con-la-valigia-ora-rivedo-quell-orrore-sognavo-un-futuro-diverso-1.9277255?refresh_ce