Bettiza e il suo «variegato microcosmo di frontiera»

Nostro servizio «Un esule organico, più che anagrafico, uno che si sentiva già in esilio a casa propria, molto prima di affrontare la via dell’esodo […] verso la fine della seconda guerra europea», scriveva di sé Bettiza nella sua introduzione al libro Esilio di cui abbiamo già accennato: egli apparteneva infatti a quella ridotta ma[…]

Enzo Bettiza, testimone ultimo dell’umanità adriatica

Nostro servizio «Questa regione, una lingua di terra carsica e frastagliata […] che con centinaia di isole e di isolotti s’affaccia sull’Adriatico orientale […] è la Dalmazia ex jugoslava, ex austriaca, napoleonica, veneziana, ungherese, bizantina, romana e illirica»: così in un’intensa prefazione al suo libro di memorie famigliari, personali e storiche Esilio (Mondadori 1996) Enzo[…]

Fiume/Rijeka capitale della cultura 2020. Spazio alla Comunità Italiana

(nostro servizio) È notizia di questi giorni che anche la Comunità italiana di Fiume collaborerà alla pianificazione e all’organizzazione del programma e degli eventi di Fiume/Rijeka capitale della cultura 2020. Lo riferisce il 5 aprile scorso “la Voce del Popolo” – il quotidiano di lingua italiana edito nella città quarnerina – citando l’incontro tra il[…]

Le saline dell’Istria, lavoro e paesaggio, museo

Le saline di Sicciole/Sečovlje, tra Pirano e Portorose nell’Istria slovena, rappresentano ai nostri giorni quanto rimane di un esteso ambiente umido alimentato dai corsi d’acqua della penisola adriatica: le loro foci si trasformavano in saline, come nel vallone di Capodistria/Koper e a Strugnano/Stjuža, fornendo un’importante risorsa economica per la popolazione, dal cui lavoro sarebbe sorto[…]

Venezia e le sue risorse – La Mostra internazionale del Cinema

Dopo aver parlato di Venezia e della «Sensa», lo sposalizio con il mare e la grande festa storica; del Lido e delle alterne vicende dell’Hotel de Bains, il suo albergo più famoso, vorremmo illustrare ora un’altra importante risorsa per la città, la Mostra internazionale del Cinema di Venezia da poco conclusa. Oltre a coinvolgere logisticamente[…]

Venezia, il Grand Hotel Des Bains, dalla Belle Époque al lungo declino

Un luogo letterario, uno scenario cinematografico, questo è stato di per sé e nell’immaginario novecentesco il Grand Hotel Des Bains del Lido di Venezia, elegante e grandioso edificio liberty sorto ad un passo dalla calda spiaggia di sabbia (nella cartolina a colori del 1910), meta di generazioni di ospiti di ogni provenienza e privilegiato set[…]

La «Barcolana»: la regata velica per tutti i tipi di barca

Una regata velica internazionale e “spericolata”, la notissima «Barcolana» che si svolge annualmente a Trieste nella seconda domenica di ottobre: una delle regate italiane più apprezzate, cui nel 1992 assistette per la prima volta il principe Ranieri di Monaco, rimanendone entusiasta e che nell’edizione 2001 registrò ben 1968 imbarcazioni iscritte. Le sue caratteristiche l’hanno resa un evento veramente unico nelle[…]

Emilia Romagna, il set per ogni storia

Se si pensa all’Emilia Romagna come set cinematografico il primo regista che viene alla mente è ovviamente il visionario Fellini, che certamente ne ha dato un’immagine indelebile e memorabile. Oltre ai Vitelloni come scordare le immagini piene di magia del suo Amarcord! Ma questa Regione ha fornito nei decenni ambientazioni e paesaggi molto diversi a[…]

I trabocchi, antichi, fragili, risorti

«Splendide figure lignee in bilico sulle acque marine», come sono stati definiti dal Touring, i trabocchi caratterizzano le rive di alcune regioni adriatiche occidentali, dall’Abruzzo alla Puglia, «strane penisole architettoniche, dal sapore arcaico», eppure così eleganti nel loro protrarsi sul mare, «palafitte da pesca», concepite per pescare senza imbarcarsi, ma anche dimora di fortuna dei[…]