“Ovunque proteggimi”: memorie rovignesi nei graffiti della Concetta

Non di sola devozione tratta questo saggio che richiama un’antica dedizione dei rovignesi al culto mariano praticato nella piccola Chiesa dell’Immacolata Concezione, appena fuori dal perimetro urbano. Nella rievocazione storica sono riportati i graffiti lasciati dai fedeli in un periodo drammatico per l’Istria e Rovigno, umili espressioni delle inquietudini generate dall’epilogo della guerra che si[…]

La politica culturale e l’Europa. Il ruolo delle minoranze italiane in Adriatico

Un intervento intenso, appassionato e lucido, questo di Ezio Giuricin pubblicato sul numero di Dicembre 2017 de “La Ricerca”, dedicato alla condizione presente della comunità nazionale italiana in Adriatico orientale, una severa riflessione sulle carenze della politica culturale sinora perseguita dall’Italia per tutelare lo “spazio culturale italiano in Europa e nel mondo”, e per garantire[…]

Da Pagano ad oggi: architettura, università e città

Un ritratto a tutto tondo dell’architetto parentino che impresse una svolta irreversibile allo stile progettuale contemporaneo. Maestro insuperato del razionalismo, Pagano-Pogatschnig seppe conciliare disegno architettonico con design, rigore formale e innovazione, aprendo la professione alle nuove esigenze dei tempi contemporanei. Nato a Parenzo, in Istria, nel 1896, fu deportato dai nazisti a Melk prima e[…]

Un’antica tradizione capodistriana: la festa della Madonna di Semedella

Tradizioni di fede e paesaggi antichi, di questo ci narra l’autore del saggio che qui proponiamo, tratto dal n. 65, del giugno 2014, de “La Ricerca”, la pregevole rivista di studi storici del CRS di Rovigno. Un affresco, quasi, che ritrae un ambiente, un’epoca, un modo di essere lontani, che lo storico richiama con vivacità e brio[…]

Alle origini dello sport femminile nei territori della Serenissima e dintorni. Un viaggio da Brescia ad Abbazia

Sport al femminile in epoche non sospette, verrebbe da definire questo intervento pubblicato nel numero 64, dicembre 2013 de “La Ricerca”, la prestigiosa rivista edita dal CRS di Rovigno e che qui riproponiamo. In realtà questo saggio ci presenta un argomento al quale Carta Adriatica ha già dedicato molta attenzione, ovvero la presenza e il[…]

La grande depressione del primo Settecento in Istria

   di Rino Cigui   per CRSR Centro Ricerche Storiche di Rovigno   Nella storia climatica istriana e, più in generale, europea, gli anni compresi tra il 1709 e il 1715 furono contrassegnati da un rilevante peggioramento climatico, il quale diede avvio a un lungo periodo di congiuntura economica e sanitaria che interessò tutto l’emisfero[…]

Tommaseo e la sfida della doppia lingua

di Dario Saftich L’uomo simbolo della Dalmazia ottocentesca è Niccolò Tommaseo. Almeno per gli italiani. Ma non soltanto per loro, a dire il vero. Anche la Croazia, grazie all’opera Iskrice (Scintille) sente Tommaseo come uno scrittore suo. Ma l’interessato cos’è: italiano, magari croato diranno alcuni richiamandosi a presunte origini, o semplicemente dalmata? “Patria viva non[…]

Le confraternite istriane tra spiritualità, interessi economici e folclore

Uno studio, questo sulle confraternite istriane dal XIV al primo XIX secolo, che esplora non soltanto la devozione religiosa nella penisola adriatica ma ne indaga anche i significativi risvolti sociali ed economici . Il saggio è tratto dal n. 66 del dicembre 2014 de La Ricerca, il Bollettino del Centro di Ricerche Storiche di Rovigno.[…]

Letteratura del «Vin de rosa» di Dignano

Il «Vin de rosa», l’antica produzione istriana da uve di Moscato nero e successivamente da uve passite di Malvasia del territorio di Dignano, oggi verrebbe inserita tra i prodotti «di nicchia», in bella vista sugli eleganti scaffali delle migliori enoteche. Citato sin dalla metà del XIX secolo, il «Vin» in questione ci ricorda quanto antica[…]

L’Adriatico come storia

di Egidio Ivetic Dell’Adriatico si sono date molte definizioni: un mare chiuso, un mare di passaggio, una frontiera tra Oriente e Occidente, un Mediterraneo in miniatura, un’insenatura nell’Europa centrale. In effetti, l’Adriatico può essere visto come una zona dove per secoli si sono intrecciati e sovrapposti molteplici confini di natura politica, culturale, religiosa e infine[…]