Biodiversità marina, Marche coordinano progetto Interreg Italia-Croazia

Esperienza molto positiva che rappresenta un ulteriore passo avanti nel percorso di gestione condivisa delle risorse ittiche in Adriatico”: è il commento dell’assessore all’Ambiente Angelo Sciapichetti in merito al progetto transnazionale ‘DORY’, concluso a Venezia, finanziato nell’ambito del programma Italia-Croazia 2014-2020 e coordinato dalla Regione Marche in collaborazione con le regioni italiane dell’Alto Adriatico Veneto,[…]

Un’aula didattica in mezzo all’Adriatico

La Regione Veneto, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, l’Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po e Legambiente Onlus hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per la realizzazione del progetto “A scuola di mare e biodiversità su Goletta Verde”.   leggi l’articolo[…]

Venezia e Trieste già tra trent’anni sott’acqua? Lo studio dell’INGVI

Negli ultimi due secoli il livello del mare è cresciuto a ritmi più elevati rispetto agli ultimi tremila anni e un importante contributo è dato dai cambiamenti climatici. Se il trend rimanesse invariato, il livello del Mar Mediterraneo potrebbe aumentare fino a 57 centimetri entro il 2100, con picchi di addirittura 60-82 centimetri in alcune aree costiere,[…]

Venezia, appello del Fai all’Unesco: togliamo le grandi navi dalla laguna

“Il Fai chiede che l’impatto ambientale in Laguna sia ridotto e che vengano esclusi categoricamente gli scavi di nuovi e vecchi canali”, scrive il presidente del Fai, sottolineando la preoccupazione del Fondo Ambiente Italiano “per i rischi a cui l’industria crocieristica sottopone il fragile ecosistema della Laguna di Venezia” […]   leggi l’articolo https://www.rainews.it/tgr/veneto/articoli/2019/07/ven-Venezia-appello-del-Fai-a-Unesco-togliamo-le-grandi-navi-dalla-laguna-Andrea-Carandini-8414ae2a-7af3-47b4-9d40-7b94baa0acf4.html

Erosione e rifiuti: così l’uomo ha lasciato la sua impronta nei fondali di Venezia

Pesca, dragaggi, navigazione, infrastrutture costiere e, non da ultimo, un’inimmaginabile quantità di rifiuti sul fondo. Si riassume così l’attività dell’uomo che nei fondali di Venezia ha lasciato le cicatrici, molte delle quali indelebili, che il Cnr ha appena individuato. I risultati dello studio sono stati pubblicati su Scientific Reports (Nature) […] 29 leggi l’articolo https://www.repubblica.it/ambiente/2019/05/20/news/erosione_e_rifiuti_cosi_l_uomo_ha_lasciato_la_sua_impronta_nei_fondali_di_venezia-226752095/

Da Mantova all’Adriatico, l’idrovia d’italia che fa bene all’ambiente

L’Unione Europea offre il suo supporto, il Veneto risponde. Si chiama idrovia “Fissero-Tartaro-Canalbianco-Po di Levante” ed è oggi la più importante idrovia italiana. L’unica che connette un sistema portuale marittimo ad un porto interno. Un risultato reso possibile dal buon uso dei fondi europei al servizio del territorio. In questo caso, la Regione Veneto ha[…]

Nasce il Fano Marine Center. Troverà spazio nella sede di Biologia Marina di viale Adriatico

Nasce il Fano Marin Center, il polo per lo studio della biodiversità, le risorse e le biotecnologie marine. L’accordo è stato raggiunto a Bologna tra l’Università di Bologna, l’Università di Urbino, l’Università Politecnica delle Marche, la Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, il Consiglio Nazionale delle Ricerche di Roma e  il Comune di Fano.  […]

Montenegro: le grandi navi mettono a rischio le Bocche di Cattaro

Rimpiango Kotor di cinque, dieci o vent’anni fa. Nelle sere di fine autunno passeggiavo per la città vecchia dove a quell’ora non c’era quasi nessuno, tranne i camerieri eleganti nei ristoranti vuoti, che nel frattempo sono diventati ristoranti di lusso”. Così Dušan Varda, regista e presidente del consiglio di amministrazione del Centro mediterraneo di monitoraggio[…]

La Civiltà dell’Acqua in Veneto

Turismo slow, arte, cultura, prodotti locali e sviluppo sostenibile si coniugano alla perfezione nei patrimoni di civiltà dell’acqua del Veneto che oggi aderiscono alla rete del Water Museum of Venice. Un museo “digitale e diffuso” realizzato dal Centro Internazionale Civiltà dell’Acqua onlus che, grazie al supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo[…]