Montenegro: le grandi navi mettono a rischio le Bocche di Cattaro

Rimpiango Kotor di cinque, dieci o vent’anni fa. Nelle sere di fine autunno passeggiavo per la città vecchia dove a quell’ora non c’era quasi nessuno, tranne i camerieri eleganti nei ristoranti vuoti, che nel frattempo sono diventati ristoranti di lusso”. Così Dušan Varda, regista e presidente del consiglio di amministrazione del Centro mediterraneo di monitoraggio[…]

La Civiltà dell’Acqua in Veneto

Turismo slow, arte, cultura, prodotti locali e sviluppo sostenibile si coniugano alla perfezione nei patrimoni di civiltà dell’acqua del Veneto che oggi aderiscono alla rete del Water Museum of Venice. Un museo “digitale e diffuso” realizzato dal Centro Internazionale Civiltà dell’Acqua onlus che, grazie al supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo[…]

Veneto, dichiarati di rilevanza paesaggistica cinque corsi d’acqua

La Commissione Regionale Mibac per il Patrimonio culturale del Veneto ha confermato la rilevanza paesaggistica di tratti di corsi d’acqua «Fiumicello di Montagnana», «Scolo Nina – Fossona», «Canale Musonello – Rostra dei Molini», «Roggia di Arzignano o Fiume Vecchio» e «Roggia Vallonara e Marosticana». Questi corsi d’acqua erano stati dichiarati precedentemente irrilevanti ai fini paesaggistici dalla Giunta[…]

Nasce il Fano Marine Center, il polo per lo studio della biodiversità

L’accordo è stato raggiunto ieri pomeriggio a Bologna tra l’Università di Bologna, l’Università di Urbino, l’Università Politecnica delle Marche, la Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, il Consiglio Nazionale delle Ricerche di Roma e  il Comune di Fano. L’accordo è stato raggiunto ieri pomeriggio a Bologna tra l’Università di Bologna, l’Università di Urbino, l’Università Politecnica[…]

Progetto valuta l’impatto del rumore sottomarino nell’Adriatico settentrionale

Che impatto ha il rumore ambientale sottomarino sulla fauna marina e in generale sull’ecosistema del Mare Adriatico settentrionale? A questa domanda cercherà di rispondere il progetto europeo Soundscape afferente al Programma Italia-Croazia di cui la Regione Marche è partner insieme al Ministero Croato dell’Ambiente e dell’Energia (MEE), ARPA Friuli Venezia Giulia, Blue World Institute (BWI) di Lošinj, CNR-ISMAR di Venezia, Fondazione Cetacea, l’Istituto per la[…]

Festival delle emozioni venete ad Asolo, 30-31 marzo

I edizione del “Festival Emozioni Venete – Turismo slow, tra natura, cultura, sapori.” In occasione dell’anno del Turismo Lento, un Festival dedicato alle Terre di Asolo e Monte Grappa, tra escursioni, trekking fotografici, attività per le famiglie, mostre fotografiche per celebrare la cultura del viaggio lento e valorizzare il territorio per rilanciarlo in chiave sostenibile[…]

In 80 anni il mare Adriatico si mangerà le spiagge del Veneto

Nei prossimi 81 anni il livello del mare si alzerà di un metro e 6 centimetri a Venezia e mangerà una considerevole fetta di spiaggia a tutto il litorale veneto. Lo dice uno studio dell’Enea, l’ente pubblico che effettua ricerche su energia, ambiente e nuove tecnologie. Il rapporto è stato presentato a Roma al convegno[…]

Approvata la Carta delle potenzialità archeologiche di Misano Adriatico

La Carta delle potenzialità archeologiche consiste di vari elaborati: quattro inerenti al quadro conoscitivo archeologico del territorio misanese (Carta archeologica, Carta delle potenzialità archeologiche e relative relazioni) e due elaborati prescrittivi (Carta della tutela delle potenzialità archeologiche e relativa relazione).   leggi l’articolo https://www.riminitoday.it/cronaca/approvata-la-carta-delle-potenzialita-archeologiche-di-misano-adriatico.html

A Rovigo un museo dedicato ai Grandi Fiumi

Ci sono città che con i loro fiumi hanno un rapporto speciale, viscerale. Come fossero le vene in cui scorre il sangue di un organismo che può vivere solo grazie a questa commistione. Suo malgrado, a volte. Un territorio fortemente legato ai corsi d’acqua che lo circondano e attraversano è il Polesine, la provincia di Rovigo geograficamente limitata[…]

ArpaE: Adriatico più pulito, restano critiche foci Marecchia e Marano

Migliora la qualità delle acque di balneazione in Emilia-Romagna. Nella stagione 2018 il 97% è risultato ‘eccellente’, contro il 92% del 2017 e il 91% del 2016. Lo dice il rapporto pubblicato da Arpae che analizza le acque, appunto, in relazione all’idoneità alla balneazione e allo stato ambientale. Otto i miglioramenti: quattro acque di qualità[…]