La Venezia più antica riaffiora all’isola di Torcello

Gli scavi all’isola di Torcello stanno facendo riemergere le vecchie abitazioni in legno dei veneziani, le più antiche sull’isola. L’attività prevede anche il coinvolgimento dei cittadini e turisti: ogni fine settimana vengono organizzate delle visite guidate, un’iniziativa che rende i cantieri un vero e proprio museo a cielo aperto.   leggi l’articolo https://www.veneziatoday.it/attualita/la-venezia-piu-antica-riaffiora-all-isola-di-torcello-video.html

Fra rigore e inquietudine. Tintoretto in mostra a Venezia

Ha finalmente aperto i battenti la mostra-omaggio di Venezia a uno dei suoi artisti più talentuosi. 500 anni dopo la nascita di Tintoretto, Palazzo Ducale e le Gallerie dell’Accademia gli dedicano un tributo espositivo in due atti. Sono trascorsi più di ottant’anni dall’ultima rassegna intitolata a Jacopo Robusti (Venezia, 1519-1594) dalla sua città di origine.   leggi[…]

Pago, scoperto un relitto di età romana

Una nuova affascinante scoperta d’archeologia subacquea emerge dal Quarnero meridionale. Nei fondali dell’isola di Pago è stato rinvenuto nei giorni scorsi un relitto di età romana. Non è stata comunicata, naturalmente, l’esatta posizione del relitto né l’esatta profondità a cui si trova (in ogni caso si tratterebbe di una profondità di oltre 40 metri).  […]

Archaeology: Roman fortresses sees the light in Albania

The 2018 excavation campaign carried out by the University of Macerata has wrapped up. The campaign took place in cooperation with the archaeological institute of Tirana as part of projects of the foreign ministry in southern Albania that concern the fortresses of Paleokaster and Melan and Hellenistic settlements in the Drino valley. In Paleokastro, excavation[…]

La città scomparsa di Romolo Venucci

Ottanta opere del Maestro Romolo Venucci provenienti dal fondo del Museo di Marineria e Storia del Litorale croato, sono in visione da martedì sera nella meravigliosa cornice del Palazzo del Governo a Fiume, sede dell’ente museale. A salutare il numerosissimo pubblico accorso all’inaugurazione della mostra “Romolo Venucci – L’arte come essenza della vita” è stata[…]

Lifting per la fortezza di San Nicola a Sebenico

Dureranno 120 giorni i lavori di rifacimento del piccolo molo della fortezza di San Niccolò o San Nicola, struttura situata in mare proprio di fronte alla città dalmata di Sebenico. Il forte rinascimentale, fatto costruire dalla Serenissima tra il 1540 e il 1547 per arginare l’avanzata degli Ottomani, è stato proclamato l’anno scorso dall’Unesco patrimonio[…]

Trieste, il parco di Miramare si “riprende” lo Scalone dell’amazzone

Non poteva che essere battezzato dall’armonia della Musica sull’acqua, che ha sancito il ritorno del parco allo splendore. Proprio con il brano del musicista Händel ha fatto il suo debutto ufficiale la nuova versione restaurata dello Scalone dell’amazzone, la maestosa scalinata di fronte al Castello di Miramare che invita a scoprire l’immenso spazio verde che[…]

A Venezia via libera alla ricerca della terza colonna

Ultimi passaggi burocratici per l’avvio dei lavori di ricerca della Terza colonna sotto il selciato di Piazza San Marco, che dovrebbero partire entro l’estate. Nella giornata di ieri, la Conferenza dei servizi del Comune di Venezia ha affrontato la fase istruttoria relativa alla messa in opera del progetto, prima dell’ultima riunione prevista per il 21 giugno, che[…]

Le Ville dimenticate di Trieste: l’origine romana

Sono numerose le ville o le residenze storiche presenti sul territorio triestino che sono finite per essere abbandonate e perfino dimenticate dalla memoria collettiva. Eppure, dietro queste strutture talvolta fatiscenti, spesso si celano storie curiose e intriganti di persone di importanza fondamentale nella storia della città di Trieste.   leggi l’articolo http://www.triesteallnews.it/2018/06/25/le-ville-dimenticate-di-trieste-la-loro-origine-romana/

Trieste, crocevia anche dell’arte

Trieste fu «liberata» con la prima guerra mondiale e fu ricongiunta alla Patria. Città italiana, anello di congiunzione tra la Mitteleuropa e l’Oriente, era il più importante porto dell’Impero austriaco. Così aveva voluto Maria Teresa, che l’aveva preferita a Monfalcone e Fiume. Una ferrovia la univa a Vienna. All’inizio del Novecento aveva 230 mila abitanti. Città[…]