Gli itinerari del radicchio di Chioggia

Sette percorsi destinati al turismo all’interno dell’area di produzione Radicchio di Chioggia Igp, tra le provincie di Padova, Venezia e Rovigo. Con la firma del protocollo di intesa sottoscritto lunedì 9 dicembre all’Ortomercato di Chioggia sono nati ufficialmente “Gli itinerari del radicchio di Chioggia IGP”. Un’iniziativa unica nel suo genere, che unisce un prodotto ortofrutticolo[…]

Cucina mediterranea, la qualità del pesce dell’Adriatico

Cesenatico (FC), Città della Gastronomia CheftoChef, nei giorni scorsi ha ospitato, in accordo con le Regioni Emilia-Romagna e Istria, il primo Congresso Itinerante per la conoscenza e un utilizzo consapevole del pesce dell’Alto Adriatico. Dal Museo della Marineria ai luoghi simbolo del confine fra mare e terra di Cesenatico (i moli, i capanni da pesca, le barche[…]

Caorle, la ‘Venezia in miniatura’

Il suo centro storico, un tempo villaggio di pescatori, invita a passeggiare con il naso all’insù tra bellezza senza tempo quali antichi palazzi nobiliari, pittoresche case colorate, calli, campielli, antichi rii e canali oggi interrati. La scenografia da cartolina molto ricorda la magia della città lagunare: non a caso Caorle è conosciuta anche come “La[…]

5 buoni motivi per scoprire Trieste

Con la sua miscela di culture, sapori, stili e tradizioni Trieste è una città che difficilmente delude il visitatore. Elegante e bellissima, con i suoi impareggiabili tramonti sul mare, sfida il freddo della Bora che soffia forte con una bella tazza di cioccolata dei caffè storici che tanto l’hanno resa famosa. A renderla ancora più interessante è[…]

Il radicchio veneto negli itinerari per il turismo

Il radicchio di Chioggia di fronte alle varie opportunità che l’enogastronomia può dare all’intero territorio, facendo leva sul vantaggio di avere un litorale di grande appeal e operatori intraprendenti abituati a mettersi in gioco. Di ortaggi tipici e turismo si è parlato al mercato ortofrutticolo chioggiotto nel corso del workshop “Gli itinerari del Radicchio di Chioggia Igp, il prodotto[…]

L’Adriatico nel piatto e nel bicchiere: le triglie ed il cerasuolo d’Abruzzo

Ricorderemo l’autunno 2019 come uno dei più temperati degli ultimi anni, con medie stagionali che ancora favoriscono ottime pescate, vere prelibatezze dalla rete al piatto. In questo periodo dell’anno, tra i pesci più diffusi e ricercati dell’Adriatico ci sono la triglie  insieme ad altri pesci giovani, nati tra la primavera e l’estate che non ancora[…]

Torreglia, il Sangue Morlacco che sa di ciliegia

Sono quasi due secoli che le marasche della costa dalmata vengono trasformate nel delizioso liquore divenuto noto come Sangue Morlacco. Era, infatti, il 1821 quando il genovese Girolamo Luxardo fondò a Zara l’azienda che divenne nota per l’invenzione del Maraschino, assieme al quale cominciò a produrre anche un delizioso cherry brandy allora noto come Visnà,[…]

“Far Liston” Le passeggiate della Trieste bon ton di un secolo fa

Solitamente vengono definite “liston” le lunghe lastre di marmo utilizzate per la pavimentazione delle piazze tra Settecento e Ottocento, tanto in Veneto, quanto in Friuli Venezia Giulia. Il caso di Trieste è peculiare, perchè qui ritroviamo i masegni, dall’arenaria muggesana, che ha bene dimostrato di saper perdurare nei secoli. “Fare il listone” diventa allora camminare su tutte[…]

Le isole di Venezia: 5 tesori nascosti in riva alla Laguna

Si comincia dalla parte settentrionale, ad oggi l’isola conta solo tredici residenti, ma il patrimonio archeologico presente è di grande importanza storica. Il mio consiglio è quello di visitare la basilica di Santa Maria Assunta, già cattedrale della soppressa diocesi di Torcello, ristrutturata nella forma attuale intorno all’anno Mille. Caratteristica singolare: è costituita dai finestroni con[…]

È 80enne ‘La Vittoriosa’, storica lancetta dell’Adriatico

Compie 80 anni “La Vittoriosa”, storica imbarcazione da pesca, l’unica lancetta in navigazione nei mari italiani, ultima superstite di questo tipo dell’antica flotta peschereccia della costa meridionale delle Marche, riscoperta e mantenuta ‘in vita’ prima da un gruppo di appassionati, uno dei quali è rimasto poi unico proprietario. Lunga 9,20 m e larga 3, con[…]