È uscito l’ultimo numero della Rivista di Studi Adriatici «FIUME»

È uscito l’ultimo numero della Rivista di Studi Adriatici «FIUME»  (n. 42 / 2020) a cura della Società di Studi Fiumani di Roma (si stampa col contributo della Legge 72/2001 – mod. 2019). Un numero di cultura europea  (contributi di autori italiani, croati e ungheresi). Il nostro contributo per la storia e la cultura di Fiume Si[…]

30 anni dopo ‘La Foiba Grande’ di Carlo Sgorlon, Stefania Conte rompe il silenzio

In Friuli Venezia Giulia vive una scrittrice nata a Venezia, che ha dedicato gli ultimi due anni di lavoro a fornire un quadro nuovo, obiettivo, libero da politizzazioni e pregiudizi ideologici sul come e il perché si arrivò al genocidio delle foibe. Stefania Conte, questo il nome della scrittrice, esce in queste settimane in libreria,[…]

Valentino Quintana, “Il Confine tradito”

Tra i luoghi del confine orientale italiano più ferocemente colpiti dalla seconda guerra mondiale fu indubbiamente Tarnova della Selva, un odonimo che a grande parte dei lettori italiani dirà poco o presumibilmente nulla. Eppure in quel quadrante che nel 1945 era ancora Italia e provincia di Gorizia, si scatenarono tutte insieme le forze militari colà[…]

Gabriele D’Annunzio, l’Ellade e Taranto

Il viaggio che Gabriele D’Annunzio fece, at­traverso mare italiano e greco, nella patria di Pericle e di Platone. Viaggio che poi volle santificare nei versi del suo primo libro dei “Versi d’amore e di glo­ria”: “Maja” (opera a cura di Luciano Ance­schi, Mondadori editore). La Magna Grecia da lui fu sempre considera­ta terra conquistata dai[…]

Valentino Quintana, “Il Confine tradito”

Tra i luoghi del confine orientale italiano più ferocemente colpiti dalla seconda guerra mondiale fu indubbiamente Tarnova della Selva, un odonimo che a grande parte dei lettori italiani dirà poco o presumibilmente nulla. Eppure in quel quadrante che nel 1945 era ancora Italia e provincia di Gorizia, si scatenarono tutte insieme le forze militari colà[…]

Questa settimana segnaliamo: “A riveder le stelle. Dante, il poeta che inventò l’Italia”

Dante è il poeta che inventò l’Italia. Non ci ha dato soltanto una lingua; ci ha dato soprattutto un’idea di noi stessi e del nostro Paese: il «bel Paese» dove si dice «sì». Una terra unita dalla cultura e dalla bellezza, destinata a un ruolo universale: perché raccoglie l’eredità dell’Impero romano e del mondo classico;[…]

Assegnato a Guerri il «Delfino d’oro»

È Giordano Bruno Guerri, presidente della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, il vincitore del Delfino d’oro di Pescara, massima onorificenza cittadina assegnata ogni anno a personalità che hanno contribuito a diffondere nel mondo l’immagine migliore della città che diede i natali a Gabriele d’Annunzio. Guerri è stato scelto per la «straordinaria e preziosissima opera di divulgazione[…]

ll sociale nel Dominio Veneto» tra il 1400 e il 1800

È certamente particolare la recente pubblicazione dell’Istituto Bellunese di Ricerche Sociali e Culturali dal titolo «Il sociale nel Dominio Veneto». Si tratta di un volume di un centinaio di pagine, opera dell’avv. Ivone Cacciavillani, che spiega cosa hanno fatto le autorità civili tra il 1400 e il 1800 sotto il dominio della Serenissima Repubblica di[…]

In libreria il romanzo inedito della figlia di Gabriele D’Annunzio

Nel 2018 la vedova Giovanna Montanarella, in accordo con la cognata Maria Teresa, donò alla Fondazione “Il Vittoriale degli Italiani”, di cui è presidente Giordano Bruno Guerri, il dattiloscritto inedito di “Una donna”, un romanzo breve, della figlia di Gabriele d’Annunzio, Renata Montanarella, chiamata dal Poeta la “Sirenetta”. l dattiloscritto fu ritrovato fra le carte[…]