Morto Sergio Vatta, l’allenatore dalmata che aveva guidato il trionfo della Fiumana

Una grande carriera in grandi club e nazionali, sempre con umiltà, riservatezza e grande competenza. L’esule da Zara Sergio Vatta, spentosi poche ore fa a 82 anni, come suo ultimo atto sportivo aveva portato la Fiumana al trionfo nel 2011 allo Stadio Flaminio di Roma, nel Triangolare del Ricordo che aveva riunito decine di discendenti[…]

Quel 12 giugno 1945 che fa discutere

La lotta partigiana di liberazione inizialmente si era manifestata sul proscenio come pluralità di espressioni e tra le finalità vi era, senza ombra di dubbio, la salvaguardia dell’identità in senso lato. Il percorso portò invece in un’altra direzione, i comunisti, prima un tassello assieme alle altre forze politiche, divennero la guida del movimento, menando le[…]

216 anni di Daniele Manin, primo presidente di Venezia

216 anni fa, infatti, in Sestier San Polo, vicino a Campo Sant’Agostin, nasceva questo illustre eroe romantico. Cresciuto tra gli studi di Russeau, Condillac, Locke e Soave, Daniele Manin fu per Venezia il patriota per eccellenza. In un momento storico come la prima metà dell’Ottocento italiano, tra le ferite delle rivoluzioni e delle guerre per[…]

Finisce a 107 anni il volo di Lidia, fra guerre, balli e l’esodo da Pola

Ha superato due guerre mondiali, l’esodo doloroso dalla sua Pola al termine del secondo conflitto, e per ultimo anche l’insidia del coronavirus. Si è arresa solo all’età, Lidia Radin, che si è spenta nella sua casa di Mestre a 107 anni compiuti. Era una delle persone più anziane della città e per questo, in occasione dei suoi compleanni in “tripla cifra”[…]

Chiavari, inagurazione del lungomare “Gotuzzo” e “Esuli italiani d’Istria, Fiume Dalmazia”

È stato inaugurato un nuovo tratto della passeggiata mare di Chiavari. È quello compreso tra piazza Gagliardo e l’ex cinema, intitolato “Lungomare dei Gotuzzo. Costruttori Navali”, in quanto in quell’area sorgeva lo storico cantiere navale; mentre il secondo tratto, “Lungomare Esuli Italiani D’Istria, Fiume e Dalmazia”, in ricordo degli esuli che soggiornarono presso la Colonia[…]

La scuola elementare al campo profughi di Laterina, 1948-1950

I racconti di scuola di bimbi sfollati che soggiornavano nel campo n. 82 di Laterina. Sono le storie di dolore e grande umanità raccolte da Claudio Ausilio, esule da Fiume a Montevarchi. Una raccolta e testimonianza importantissima dell’esodo giuliano dalmata visto con gli occhi dei bambini. Grazie alle ricerche di Claudio Ausilio e E. Varutti[…]

Roma, Villaggio Giuliano-Dalmata, si amplia il Museo diffuso in ricordo dell’esodo

Prosegue nel Quartiere Giuliano Dalmata di Roma, a cura delle associazioni degli esuli attive nel territorio capitolino, l’apposizione di nuove targhe in ricordo dei profughi italiani dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia approdati dal 1947 nel quadrante laurentino a seguito del trattato di pace che assegnò la Venezia Giulia alla Jugoslavia di Tito. Alle prime[…]

Informatizzate le raccolte archivistiche dell’Archivio-Museo Storico di Fiume

È giunto a conclusione il progetto di informatizzazione e riordino dei fondi archivistici della Società di Studi Fiumani, un progetto di elevata importanza realizzato con il contributo della Regione Lazio – Direzione Cultura, Politiche giovanili e Lazio Creativo. Il progetto ha visto inoltre il coinvolgimento di ARCHIUI e PRO MEMORIA per la descrizione e inserimento[…]

1970-2020, i primi cinquant’anni dell’Associazione Giuliani nel Mondo

Il 16 maggio 1970, nella Sala del Consiglio comunale di Trieste, si riunì il Comitato promotore di una Associazione civile denominata Associazione Giuliani nel Mondo, con sede a Trieste. Ne facevano parte, come soci fondatori, Marcello Spaccini, sindaco del Comune di Trieste; Mario Franzil, presidente dell’Ente autonomo del Porto di Trieste; Carlo Fabricci, segretario della[…]

La bandiera simbolo dell’identità fiumana

La fresca reintroduzione dello storico tricolore fiumano come bandiera solenne, ha suscitato grande entusiasmo tra i connazionali e tra tutti coloro che tengono al mantenimento della storia di Fiume. Melita Sciucca, presidente della Comunità degli Italiani, si è detta molto contenta di questa decisione del Consiglio cittadino. “Abbiamo vinto una piccola battaglia, ovvero quella per[…]