Itinerario Adriatico. Piccolo romanzo di una vela

di Arturo Marpicati Parenzo,  23 luglio 1920 In mezzo a clivi di folti boschi, gentilmente disposta di fronte al mare, ecco Parenzo, col suo promontorio a due porti, e, all’ingresso della rada, come un enorme mastino  di guardia, l’isolotto di S. Niccolò, sul quale, oscura domina una rotonda torre medievale. Si discende a terra mentre[…]

Fiume. Salvare i sepolcri dall’espropriazione

Dopo che la municipalizzata Kozala ha pubblicato di recente sulla bacheca del Cimitero monumentale di Cosala una lunghissima lista di tombe soggette all’esproprio, in quanto non curate (per tanti anni) dai rispettivi proprietari, non è mancata la reazione delle istituzioni CNI, rispettivamente Consolato generale d’Italia a Fiume, Unione Italiana e Comunità degli Italiani. Motivo: tra[…]

Per gli italiani della Venezia Giulia, della Dalmazia e dell’Istria

Il sito della «Dante» pubblica il discorso tenuto a Siena il 26 settembre 1902 dal presidente  Pasquale Villari  in occasione del 13.mo Congresso della Dante Alighieri. Tratto dal numero 3 del 2017 di «Apice», supplemento di «Pagine della Dante». [Previo abbonamento]. Nei giorni 13 e 14 del 1908 ebbe luogo il memoriabile pellegrinaggio dai porti di[…]

Gian Rinaldo Carli, patriota ante litteram e illuminista istria

Per lungo tempo l’articolo “Della patria degli Italiani” comparso anonimo sulle colonne del numero 2 del giornale illuminista “Il Caffè” è stato attribuito a Pietro Verri. In realtà quel testo datato 1765 era opera di Gian Rinaldo Carli, raffinata figura di intellettuale, economista e storico nato a Capodistria l’11 aprile 1720, esattamente 300 anni fa.[…]

Valstagna e l’arcano della bandiera di San Marco “dalmata”

La suggestiva cittadina di Valstagna, situata lungo il Brenta, ai piedi dell’Altopiano dei Sette Comuni, è famosa per il bellissimo Leone di San Marco con la spada e il libro chiuso che domina l’omonima piazza. Ma all’interno del palazzo comunale, c’è anche una stupenda bandiera con il Leone di San Marco, anche questa con spada[…]

La China China, dalla Serenissima al trattamento del Coronavirus

Nuove speranze giungono dal mondo scientifico che ipotizza l’impiego di farmaci antimalarici a base di chìnino per la cura del Coronavirus. Per secoli la China China fu importata e costituì un business per la Repubblica di Venezia, essendo un valido febbrifugo. La corteccia di Cinchona, albero che cresce alle pendici delle Ande in Perù, dove[…]

Ester Mazzoleni. Una Divina della lirica

Non è sicuramente molto nota ai più la vicenda di un eccezionale personaggio, grande soprano drammatico che ha segnato la storia della lirica a cavallo tra otto-novecento, artista che ci riguarda in maniera particolare, in quanto italiana di Dalmazia e discendente di un’illustre famiglia di Sebenico. Il suo nome è Ester Mazzoleni. Nonostante appartenesse al[…]

Itinerario Adriatico. Piccolo romanzo di una vela

di Arturo Marpicati Nato in provincia di Brescia nel 1891, fu scrittore e saggista dotato di notevole cultura letteraria e storica. Interventista nella Grande Guerra e successivamente legionario fiumano, a Fiume fu tra i fondatori della rivista «Delta» che con altre pubblicazioni consimili diffuse la conoscenza in Italia delle letterature dell’Europa centro-orientale e nordica. Nel[…]

Tullia Franzi, l’insegnante di Alzano che seguì D’Annunzio a Fiume

Storicamente passate sotto silenzio, o, nel migliore dei casi, oscurate dalla controparte maschile, all’impresa dannunziana parteciparono anche 289 legionarie. Tra di loro, una bergamasca di 34 anni, single, laureata e capace di emergere nel primo Novecento italiano per coraggio e spirito di iniziativa. Tullia Franzi, originaria di Alzano Lombardo, insegnante di Lettere e Storia dell’arte.[…]

Venezia: dai dottori della peste alla rinascita del Lazzaretto Nuovo

Questa non è un’immagine apocalittica scaturita dai timori che serpeggiano oggi a causa dell’emergenza Coronavirus, bensì quello che realmente accadeva a Venezia tra 1575 ed il 1577, quando la città fu colpita da una delle più terribili pestilenze. Quasi 50mila le vittime, più di un terzo della popolazione. Di quegli anni tragici molto è stato[…]