Quando Rijeka era Fiume, Dubrovnik era Ragusa. La storia tormentata lungo il confine orientale

Itineranti nell’intero territorio regionale, personalità quali Toni Concina, Franco Papetti. Umberto Senin e Giovanni Stelli si accendono per comunicare la loro storia nel mese di febbraio. La storia di chi, nostro connazionale fu costretto ad abbandonare la propria terra per sopravvenuti gravi pregiudizi alle aspettative di una vita serena. Sono essi stessi rappresentanti delle etnie[…]

Istria: si celebra il centenario di Norma Cossetto

Con lo slogan “Un sorriso lungo cento anni”, il Comitato 10 Febbraio annuncia l’avvio delle manifestazioni per commemorare il centenario della nascita di Norma Cossetto, decorata di Medaglia d’Oro al Merito Civile. Nata il 17 maggio 1920 a Santa Domenica di Visinada, la giovane martire istriana venne sequestrata, torturata, violentata e gettata in una foiba[…]

Nino Raspudić: «L’antifascista Angelo Adam è meglio della stella rossa a cinque punte»

Raspudić, che in uno dei suoi commenti più recenti (Večernji list, 7 febbraio 2020) ha denunciato la deriva ideologica del progetto Fiume CEC 2020, ha ironizzato all’inizio del suo intervento sul fatto di essere toccato per la massiccia adesione dei fiumani alla presentazione del libro.“Per sdebitarmi, vi prometto che la prima presentazione del mio prossimo[…]

“Diario Fiumano”, per saperne di più

Il libro, curato da Giovanna Latour e Filippo Sallusto, è in realtà il diario scritto dal giovanissimo Luigi DeMichelis che a 17 anni decise di raggiungere Fiume e arruolarsi nell’esercito della Reggenza Italiana del Carnaro; un diario impreziosito dai disegni e acquerelli del ragazzo che con puntiglio racconta la sua grande avventura. In questi ultimi[…]

VIII Convegno internazionale “Venezia e il suo Stato da mar”

Si è svolto dal 13 a 15 febbraio scorso presso l’Ateneo Veneto di Venezia il Convegno promosso dalla Società Dalmata di Storia Patria in collaborazione con l’Archivo di Stato di Zara, l’ Associazione Nobiliare Regionale Veneta, la Deputazione Storia Patria Venezia Giulia, e la Società culturale italiano-croata Dante Alighieri Spalato, Venezia e il suo Stato[…]

Nino Benvenuti diventa cartoon sul ring e continua a sentirsi un esule

Nino Benvenuti diventa un fumetto, come in passato è successo, per rimanere sul ring, a Cassius Clay/Muhammad Ali, arrivato a sfidare perfino Superman. L’oro olimpico di Roma 1960 poi campione del mondo dei pesi medi racconta la propria storia al nipotino in un volume firmato da Mauro Grimaldi e dallo stesso Benvenuti, con illustrazioni di[…]

Arriva sullo schermo la storia di Egea, la bambina con la valigia in fuga dall’Istria

Aveva tre e anni e mezzo quando le portarono via il padre. Una sera suonarono alla porta. La madre andò ad aprire. Le dissero che era un normale controllo. Che doveva andare con loro al comando. Era maggio. Ma era fresco. Il padre si mise una giacca. Indossò una sciarpa. Un saluto alla moglie. E[…]

Donne d’Istria, testimonianze dell’esodo e sguardi verso il futuro

Settant’anni dopo l’esodo delle popolazioni italiane dall’Istria e dalla Dalmazia, assistiamo alle prime e ancora rare storie di “ritorno”. Martina Vocci è una giornalista di Tv Koper, la televisione in lingua italiana di Capodistria che a Nordest si ricordano per le trasmissioni sportive negli anni Ottanta. Martina e la sorella Eva sono nate a Trieste[…]

Foibe, a Isernia targa per questore Fiume

Il questore di Isernia, Roberto Pellicone, e il sindaco Giacomo D’Apollonio, hanno scoperto una targa toponomastica intitolata a Giovanni Palatucci – posizionata all’ingresso della via omonima – nel 75/o anniversario della morte e in concomitanza con la celebrazione della Giornata del Ricordo, in memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe,[…]

Abdon Pamich: la mia marcia verso la libertà

Abdon Pamich, classe 1933, una delle icone dell’atletica italiana (oro nella 50 chilometri di marcia alle olimpiadi di  Tokio nel 1964), ci riceve nelle sua casa romana che guarda il Colosseo quadrato dell’Eur: “Venni qui quando la Esso mi trasferì da Genova a Roma”. Altri tempi, quando essere campioni, anche a quel livello, non pagava. “Oggi”, dice Pamich, “basta[…]