La Regione Marche punta sul cicloturismo

Fare delle Marche una destinazione bike di eccellenza. Ieri i progetti e le iniziative relative al progetto del “cluster bike”, fortemente voluto dalla Regione Marche, sono stati presentati agli operatori del settore e ai giornalisti dall’assessore al Turismo, dal presidente della III Commissione consiliare Ambiente e Trasporti e dai rappresentanti del Consorzio Marche Bike.    leggi l’articolo https://www.aise.it/made-in-italy/la-regione-marche-punta-sul-cicloturismo/129771/1

Trieste e Lubiana più vicine con biglietto unico

Dal centro di Trieste alla stazione ferroviaria di Villa Opicina per poi raggiungere in treno Lubiana grazie a un biglietto unico che consente di viaggiare sui mezzi di due operatori di trasporto pubblico a una tariffa vantaggiosa: è questo il risultato di un’azione sperimentale che ha preso avvio agli inizi di marzo e che sarà[…]

Da Mantova all’Adriatico, l’idrovia d’italia che fa bene all’ambiente

L’Unione Europea offre il suo supporto, il Veneto risponde. Si chiama idrovia “Fissero-Tartaro-Canalbianco-Po di Levante” ed è oggi la più importante idrovia italiana. L’unica che connette un sistema portuale marittimo ad un porto interno. Un risultato reso possibile dal buon uso dei fondi europei al servizio del territorio. In questo caso, la Regione Veneto ha[…]

Alleanza sulle coste dell’Adriatico per difendere la redditività del pescato

La Regione è capofila del progetto transnazionale per la piccola pesca in Adriatico. Sono 660 i pescherecci attivi in Veneto e di questi 327 sono imbarcazioni di piccola stazza, lunghe meno di 12 metri, che operano entro le 12 miglia dalla costa esercitando la pesca con metodi e attrezzi artigianali È la pesca artigianale esercitata da[…]

Fiume CEC 2020. Il contributo degli italiani

La Giunta esecutiva dell’Unione Italiana ha deciso di candidare “Dimela cantando”, Festival della canzone (inedita) in istroveneto, come progetto culturale da offrire nell’ambito del contenitore Fiume-Capitale europea della cultura 2020. “Andremo ad arricchire la manifestazione” è stato detto. Il Festival lo scorso anno aveva già fatto tappa nel capoluogo quarnerino, ma ora s’intende organizzare un[…]

“Quando Comisso con la rivista Yoga capitanava gli scalmanati e sovranisti di Fiume”

Stile, ribellismo, autobiografismo, sensualità, politica. Tutto parte e ritorna a Fiume, per Giovanni Comisso, uno dei nostri scrittori più individualisti e anarchici. Giovanissimo fu interventista, volontario nella Grande guerra e poi legionario a Fiume. Impresa alla quale Simonetta Bartolini ha dedicato anni di studio e il suo nuovo libro: «Yoga». Sovversivi e rivoluzionari con D’Annunzio[…]

Venezia 1486: così nacque il copyright

Il copyright è roba vecchia, anzi, vecchissima. Ha 533 anni, ma li porta benissimo, visto il dibattito che è stato in grado di suscitare al Parlamento europeo. Tanti sono gli anni che ci separano da quel che viene considerato il primo diritto d’autore della storia, concesso a Venezia nel 1486 a beneficio degli scritti di[…]

Slovenia: risarcimento per danni del regime comunista

Finora sono più di 35mila gli sloveni che hanno ottenuto il diritto al risarcimento in qualità di vittime delle violenze delle autorità comuniste nel secondo dopoguerra, ma si valuta che potrebbero essere almeno tre volte tanti. I dati sono stati resi noti dal Centro per la rappacificazione nazionale. La Legge slovena in materia regolamenta il[…]

Com’è dolce Lacroma, l’isola maledetta che portava male alla dinastia degli Asburgo

“È su una distesa di onde la mia isola/cinta di spume dell’Adriatico azzurro/. Un verde balocco della natura/ così come lo sogna l’amore giovane/. Creatura di fate sorta dalla spuma/, gioiello allo splendore dorato del sole/, come una conchiglia sei sospesa soave/ sulle onde mai stanche di danzare/.”   leggi l’articolo https://www.lavoce.hr/politica/4545-sale-di-pago-un-marchio-tutelato-a-livello-europeo