Il velista olimpico Straulino commemorato nella sua Lussino

Il gemellaggio velistico tra Pesaro e Lussino per il “Memorial Straulino” in una regata ma anche con la toccante cerimonia nella piazzetta di Lussinpiccolo che ospita la lapide a memoria di Agostino Straulino.

Straulino, velista e Ammiraglio (Lussinpiccolo 1914, Roma 2004), vinse l’oro olimpico a Helsinki 1952 e l’argento a Melbourne 1956, quattro titoli mondiali e 11 europei.

In ambito militare, dal 21 novembre 1964 al 28 ottobre 1965 ebbe il comando della nave scuola Amerigo Vespucci, con la quale passò alla leggenda grazie all’uscita a vele spiegate dal porto di Taranto attraverso il canale navigabile e stabilendo il record di velocità di 14,6 nodi (27,039 km/h).

Il presidente Ciampi gli conferì nel 2011 l’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce. Morto nell’ospedale militare del Celio, la sua salma fu portata a Lussinpiccolo da un elicottero della Marina Militare italiana, per esser tumulata nella tomba di famiglia.

Nato per essere marinaio, disse: «Sulla mia isola sono venuto al mondo e cresciuto. Là ho capito il mare e il mare mi ha accolto tra i suoi abitanti. Là ho conosciuto il vento e l’ho fatto diventare mio amico».

LEGGI L’ARTICOLO

https://www.ilrestodelcarlino.it/pesaro/sport/a-lussino-sancito-il-gemellaggio-fra-le-due-sponde-1.7769165

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.