Un amarcord di Trieste tra mlekarice e pancogole

C’erano le mlekarice e le venderigole. Le pancogole di Servola, che per tre secoli hanno riempito di pane tutta Trieste, e le venditrici di mussoli. Senza dimenticare quelle che dalla città portavano e diffondevano il pesce in tutto il Carso. Storie di altri giorni. Poco noti, probabilmente migliori, in chiave enogastronomica. Perchè in quei tempi (mica il Medioevo, eh, certe tradizioni sono andate avanti fino a metà degli anni ’70) il termine “chilometro zero” probabilmente aveva ancora un senso e la capacità e possibilità di nutrirsi dei prodotti del territorio era un valore aggiunto.

 

LEGGI L’ARTICOLO

http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2015/12/12/news/un-amarcord-di-trieste-tra-mlekarice-e-pancogole-1.12605767

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *