Compie 500 anni la pala del Carpaccio nel Duomo di Capodistria

In attesa degli eventi d’autunno, con una mostra e un convegno destinati a costituirne il clou, le iniziative per il cinquecentenario della bellissima pala d’altare del Duomo di Capodistria, opera del 1516 di Vittore Carpaccio, che proprio in quegli anni trasferiva la sua bottega nella città capoluogo dell’Istria veneta, propongono in questi giorni alcuni nuovi appuntamenti. A partire dalle serate del sabato nell’orto lapidario del Museo regionale, piccolo e suggestivo spazio che da oggi e per tutta l’estate torna ad accogliere i visitatori con un variegato programma di concerti, presentazioni, spettacoli, e appunto conferenze sull’arte del grande pittore, di cui si conservano a Capodistria altre pregevolissime opere.

 

leggi l’articolo

http://www.rtvslo.si/radiocapodistria/articolo/5143

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *