Le carte di Magris con Saba e Giotti Trieste si divide

È di ieri la notizia della quarta donazione di Claudio Magris al Centro Manoscritti Pavia. Non è certo la prima diserzione di un celebre autore triestino. Prima di lui l’hanno fatto Umberto Saba, Giani Stuparich, Scipio Slataper e Virgilio Giotti. Per fortuna Svevo è rimasto in casa: «Sì, è tutto qui», conferma Riccardo Cepach, direttore del Museo Sveviano. Con Magris il Centro pavese avrà il suo da fare, anche perché, come sa la maggior parte degli esperti, Magris scrive esclusivamente a penna, su fogli a protocollo e quaderni. Insomma un bell’esubero di carte, fondamentali per ricostruire la genesi dei suoi romanzi, oltre a poter osservare da vicino la precisione delle ricerche.

 

leggi l’articolo

http://ilpiccolo.gelocal.it/tempo-libero/2016/06/22/news/le-carte-di-magris-con-saba-e-giotti-trieste-si-divide-1.13707967

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *