Scutari, scatti umani d’Albania

Il loro incontro “ufficiale” risale a quattro anni fa, in un edificio umido tra la chiesa ortodossa e la moschea Ebu Bekir. La neve sciolta gocciola dal soffitto, disturbando la poesia di un momento che segnerà la fortuna di entrambi i protagonisti di questa saga italo- albanese. E forse, tra non molto, anche il destino culturale del luogo in cui è ambientata: Scutari, a nord, sul crinale tra l’Albania più tradizionalista e quella che non ha mai smesso di guardare all’Europa. Una città con poco più di centomila abitanti che nelle scorse settimane ha inaugurato un museo della fotografia già connesso con le più prestigiose gallerie mondiali del settore, dal Foam di Amsterdam all’Icp di New York.

 

leggi l’articolo

http://www.avvenire.it/Cultura/Pagine/SCUTARI-.aspx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *