Navigando nell’Adriatico, lontano dall’egocentrismo e dal gel nei capelli

Ho passato la mia estate a guardare i turisti della riviera. Dal mare guardare la terra, a bordo delle barche della scuola. Dal mare ascoltare la terra; ho sentito le urla di euforia all’ora del tramonto di qualche ragazza di città in vacanza al mare e la notte l’eco delle discoteche che si alterna al rumore delle vele che sbattono, nella bonaccia. Una cosa non ho fatto: invidiarli.

 

leggi l’articolo

http://www.lastampa.it/2016/09/04/blogs/il-mio-oceano/navigando-nelladriatico-WdbcTeUY6STZ0BR2q2JILN/pagina.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *