Venezia è incurabile come le sue fondamenta?

Venezia romantica. Venezia misteriosa. Venezia schifosa. Venezia vanitosa. Venezia nuda e bagnata. A volte dimenticata, vulnerabile e delicata. Venezia è qui dietro, ma pare essere stata messa nel ripostiglio. Perfetta nei dettagli del Canaletto, nebbiosa e indefinita sulle tele di William Turner. Oggi Venezia impreca e resta al suo posto, maledice, ma in silenzio.

 

leggi l’articolo

http://www.ilgazzettino.it/nordest/venezia/venezia_sergio_pascolo_iuav-1993227.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *