“Bora”, due voci vent’anni dopo raccontano uno strappo vivo

Con un inedito sottotitolo, “Istria, il vento dell’esilio”, e con un’introduzione di Guido Crainz, ritorna per le edizioni Marsilio un classico della letteratura dell’esodo, “Bora”. Scritta a quattro mani, la doppia autobiografia si avvaleva della testimonianza di Nelida Milani, la cui famiglia scelse, alla fine della guerra, di rimanere a Pola, e di quella di Anna Maria Mori, i cui parenti, al contrario, decisero di partire per l’Italia.

 

leggi l’articolo

http://ilpiccolo.gelocal.it/tempo-libero/2018/01/19/news/bora-due-voci-vent-anni-dopo-raccontano-uno-strappo-vivo-1.16372804

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *