Porto di Ancona, crocevia di merci, persone e valute straniere

Ancona rappresenta nel Mare Adriatico un “salto strategico” per raggiungere la costa dalmata: lo capirono i Dori greco-siracusani che qui fondarono il porto nel 387 a.c., dando il via a una storia che nei secoli è diventata punto di riferimento per l’Adriatico insieme a Venezia e Siracusa. Nonostante le vicende alterne, il porto di Ancona non ha mai smesso d’essere approdo di merci e persone provenienti dalla Grecia e dalle nazioni che si affacciano sul versante opposto dell’Adriatico. Persone, merci e quindi commercio, basato sulle valute straniere che trasformano la zona portuale in un mercato di scambio delle valute straniere.
LEGGI L’ARTICOLO
https://www.vivereancona.it/2020/04/02/porto-di-ancona-crocevia-di-merci-persone-e-valute-straniere/779479/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *