Dall’Aquila Imperiale ai Due Mori: le “spezierie” della Trieste teresiana

Le prime farmacie di Trieste risalgono ai suoi albori, a quel XVIII secolo fecondo di sviluppi portuali e demografici. La farmacia all’epoca veniva chiamata “spezieria“: era il locale dove avveniva la preparazione, conservazione e dispensazione dei medicamenti, gestita dallo “speziale“. I primi farmacisti antelitteram  provenivano dal Veneto e dall’Istria veneta; lo sappiamo, perchè i trattati che usavano, le cosiddette “pharmacopeae“, provenivano tutti dalla scuola salernitana, da Venezia e dal resto d’Italia. La “bibbia” per lo speziale era il “Dizionario Farmaceutico-Chimico” del veneto Lorenzo Cappello, stampato nel 1728.

 

leggi  l’articolo

https://www.metropolitano.it/venezia-lazzaretto-nuovo/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *