Mare, natura e cultura: i 3 anelli di Ancona da provare in bicicletta da strada

Il portale Marche outdoor, progetto voluto dalla Regione per lanciare il cicloturismo nel territorio, ha classificato i migliori itinerari delle Marche in base alla difficoltà. Guide e accompagnatori consigliano, per la zona di Ancona, tre anelli distinti da percorrere con bici da strada. Ancona primo anello. Itinerario: Numana, Sirolo. Massignano, Poggio, Camerano, Aspio, Polverigi, Santa[…]

Non si ferma l’opera di valorizzazione e promozione del percorso della Parenzana

Si può dire che la Parenzana stia diventando il punto forte del cicloturismo in Istria in forte espansione, tanto che per il suo ulteriore sviluppo fino al 2025 si calcola di investire ben 34 milioni di euro, come comunicato a suo tempo dall’ Assessorato istriano al turismo. Si tratta di risorse erogate in buona parte[…]

“Norma Cossetto. Rosa d’Italia”: un libro simbolo delle foibe e dell’esodo istriano

Dal 14 gennaio, online e nelle librerie, in vendita “Norma Cossetto. Rosa d’Italia”, dedicato alla giovane martire istriana. Curato dal Comitato 10 Febbraio ed edito da Eclettica Edizioni, il libro racconta il brutale omicidio della ventitreenne Norma Cossetto, violentata e infoibata, mettendo in luce la terribile vicenda delle foibe e dell’esodo istriano, fiumano e dalmata.[…]

Lussino, via ai lavori per lo scalo traghetti. Sarà pronto nel 2022

Sorgerà a Mrtvaška e sarà costruito da un consorzio al quale partecipa una ditta italiana. Investimento di dieci milioni FIUME Cominceranno tra due settimane e si concluderanno nel novembre 2022. Sono i lavori di costruzione dello scalo traghetti di Mrtvaška, nella parte sudorientale dell’isola di Lussino, il più grande progetto teso a migliorare i collegamenti[…]

“Una città di poesia, Saba e la sua Trieste”

È il titolo della docu-videoproduzione firmata da Fondazione Pordenonelegge, che sarà diffusa in anteprima nell’ambito del Premio Umberto Saba Poesia (la mattina di venerdì 18 dicembre, nei canali youtube e facebook di pordenonelegge). Il video è una sorta di racconto per immagini dedicato anche all’attualità del fare poesia nel nostro tempo e soprattutto in una[…]

Recensione su “Dove andare, dove tornare. Autori italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia”

È recensito a cura della Prof.ssa Luisa Morettin, — nella prestigiosa Rivista di studi «Critica Letteraria» diretta dal Prof. Raffaele Giglio, — il volume Dove andare, dove tornare. Autori italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia dal Novecento al nuovo millennio pubblicato da Carta Adriatica nel 2018 nelle cui pagine sono presentati significativi scrittori del[…]

Crostata abruzzese di ricotta e caffè al centerbe, nata da un’idea di Gabriele d’Annunzio

All’inizio del Novecento l’attrice Emma Gramatica si recò ad Anversa per interpretare la tragedia del poeta, scrittore e drammaturgo Gabriele D’Annunzio, “La fiaccola sotto il moggio”. Durante il pasto successivo allo spettacolo, al momento del dolce, vennero fuori dei malumori. Il vate, che era presente, propose un dessert a base di ricotta, caffè e liquore centerbe.[…]

Nella Giornata della Memoria la Società di Studi Fiumani ricorda gli ebrei fiumani

Ricorre oggi l’immane tragedia che ha colpito il popolo ebraico. L’Archivio Museo Storico di Fiume della Società di Studi Fiumani conserva l’elenco dei circa 400 ebrei fiumani che furono uccisi nei campi di concentramento e di sterminio nazisti. Un ricordo va anche a Leo Valiani, Paolo Santarcangeli, Laura Einhorn – Ricotti, Annie Fran, Federico Falk[…]

I due secoli dei fari dell’Adriatico orientale

Si intitola “Più della luce e del sale” la mostra inaugurata al Museo del territorio di Zaravecchia nell’ambito delle celebrazioni per Santa Anastasia, patrona della località. L’esposizione è un omaggio ai due secoli del primo faro costruito e messo in funzione sulla costa croata, quello di Salvore, inaugurato nel 1818. La struttura salvorina è stata[…]

Via Francigena, in bici da Venezia e Trieste fino al confine con la Francia

C’erano un tempo le vie francigene o romee. Le seguivano i pellegrini che dall’Europa occidentale, in particolare dalla Francia, si muovevano verso il sud del continente, in direzione Roma e verso la Puglia dove erano posizionati i punti di imbarco per la Terra Santa da cui salpavano i pellegrini e i crociati. In tempi più[…]