CNI, diritti da applicare. Strada sempre in salita

La relazione governativa è stata riassunta dal direttore dell’Ufficio croato per le nazionalità, Stanko Baluh, ma nessuno dei rappresentanti dei dicasteri presenti ha ritenuto di dover prendere la parola. Il deputato al seggio specifico della CNI alla Camera di Stato, Felice Žiža, ha rilevato che i contatti instaurati con molti Ministeri sono proficui. Consentono di migliorare la posizione delle minoranze autoctone, di porre rimedio a manchevolezze o omissioni nei documenti, nei formulari e anche nelle applicazioni digitali. L’attuazione dei diritti delle Comunità nazionali autoctone, italiana e ungherese, in Slovenia è stata al centro dell’ultima riunione della Commissione parlamentare per le nazionalità. Ai vari Ministeri era stata chiesta nell’ottobre scorso una relazione sui provvedimenti adottati per far fronte agli obblighi dello Stato nel rispetto del bilinguismo, scritto e parlato, negli uffici pubblici.

Leggi l’articolo

https://lavoce.hr/cronaca/capodistriano/cni-diritti-da-applicare-strada-sempre-in-salita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *