“Boycottiamo il Tramvia elettrico”

Fiume, 1900. Gli Italiani di Fiume si battono per la difesa della lingua italiana

Un prezioso documento conservato nell’Archivio Storico di Fiume in Roma si legge delle proteste intentate da cittadini fiumani nei confronti della Società del Tramvia elettrico, rea di aver inserite sui suoi «carrozzoni scritte bilingui presume al certo di falsare il carattere della nostra città evidentemente italiana e ci offende in ciò che noi abbiamo di più caro: la lingua nostra, la lingua del paese. Chi ama Fiume non deve montare su quel tramvia e chi vi monta è nemico di questa città. Evviva Fiume Autonoma!

 Fiume, una immagine del tram nella Via Kossuth

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *