Visioni della Dalmazia nella rivista «Le Vie del Mondo» (2)

Da «Le Vie del Mondo» rivista mensile della Consociazione Turistica Italiana «Dalla Morava all’Adriatico»: segue da https://www.cartaadriatica.it/2021/06/23/visioni-della-dalmazia-nella-rivista-le-vie-del-mondo/

Ma nessuna ha la perfezione di Ragusa. Precisa e netta nei suoi contorni, essa assomiglia a quelle città antiche che si vedono nelle stampe, ma ormai  non esistono più. Sulle pendici  sterili  della montagna, salgono in suoi giardini in fiore, e in mezzo al mare, di fonte, Lacroma profumata e verde sembra guardarla in ammirazione. pp. 1132 – 1133. Piccola capitale di un regno assente, Ragusa conserva ancora il carattere di città sovrana e dalle sue mura si sprigiona sempre quella forza che la fece grande e ricca. Nel tempo della sua prosperità, viveva del suo commercio, ma per restare libera, debole com’era in mezzo a tanti vicini potenti, essa non trovò altro mezzo che quello di destreggiarsi e dipendere abilmente da parecchi. Le sue mura imponenti sono più un avvertimento che un baluardo effettivo ed è prima di tutto con la forza del suo spirito civico che Ragusa sa difendersi. La fede religiosa è robusta, ed è una grande forza per il piccolo regno. Non invano S. Francesco vi era passato e Ragusa si inorgogliva di conservare un lembo della sua tonaca. I costumi sono sani vigorosi puritani, forti ma pacifici [ …]          2 / segue

Una veduta di Ragusa risalente al 1900

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *