Fasana rende merito al Maestro Smareglia

“Jetti, dime dove xe el sol, dime quando tramonta el sol”. Queste le parole con le quali tutte le sere il celebre compositore istriano Antono Smareglia – ormai non vedente a causa di un’operazione non perfettamente riuscita alla cataratta – si rivolgeva all’amata moglie Maria Polla, detta Jetti, perché lo avvisasse del calar del sole. Calar del sole che Smareglia e la moglie attendevano seduti su una panchina dinanzi al mare di Fasana. Quello stesso mare che ispirò il musicista a comporre “Oceana”, un’opera considerata dallo stesso autore una delle migliori mai scritte.

 

leggi l’articolo

 https://lavoce.hr/cronaca/cronaca-polese/fasana-rende-merito-al-maestro-smareglia

Smareglia_locandina

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *