1957, da Venezia ad Ancona lo scettro dell’Adriatico

Prima ancora che Trieste ritornasse italiana l’Occidente decise di spostarsi più a Est. Lo fece con un’operazione segreta che comportò complessi e costosi scavi sotterranei per creare bunker a prova di attacco atomico dai quali garantire la sicurezza della navigazione nell’Adriatico e ascoltare la voce della Cortina di ferro.

 

leggi l’articolo

http://www.lastampa.it/2018/04/10/cultura/da-venezia-a-ancona-lo-scettro-delladriatico-gWUba0uI7ayBL9Dw9muP7J/premium.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *