Venezia, dai libri ai marmi: la corsa per ripulire i tesori dall’acqua salata

L’orgoglio della Serenissima — non è un banale luogo comune — si incarna nella forza collettiva con cui Venezia reagisce salvando il suo sterminato Patrimonio culturale dopo la drammatica Acqua Alta del 12 novembre. Un segnale forte e fiero, come la riapertura della Fenice. Il dramma dei tesori veneziani è stato spesso raccontato per immagini. Come i libri salvati dai dipendenti e dai volontari alla Fondazione Querini Stampalia, magnifico palazzo dei primi del ’500 a Campo di Santa Maria Formosa, diventato un’istituzione culturale ricca di 350.000 volumi grazie all’ultimo della famiglia, Giovanni […]

 

leggi  l’articolo

https://www.corriere.it/cronache/19_novembre_30/venezia-libri-marmi-cosa-ripulire-tesori-dall-acqua-salata-f03c0fea-13a2-11ea-9c5a-44102a550c1c.shtml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *