Incroci di lingue a Venezia

Europa romanza» è il nuovo saggio di Tomasin. Un viaggio appassionante fra le nostre radici culturali. Al Fondaco l’incontro fra il tedesco e il veneto. L’ordito delle reti finanziarie e commerciali intessute nel Tre e Quattrocento tra Germania e Italia consentiva in molti casi a tedeschi e italiani di mantenere rispettivamente l’uso esclusivo della propria lingua in molte situazioni, con l’aiuto di servizi d’interpretariato che in alcune città erano puntualmente organizzati. Tale è ad esempio il caso di Venezia, dove la mediazione linguistica era solo un aspetto del diretto intervento della Repubblica nei traffici mercantili che coinvolgevano la nazione tedesca.

Leggi l’articolo

https://corrieredelveneto.corriere.it/venezia-mestre/cultura-tempo-libero/21_marzo_16/incroci-lingue-venezia-7473c9a4-85b9-11eb-b024-59de7940df68.shtml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *